MestreToday

Manutenzione alle sponde del Marzenego

Convenzione tra Comune e consorzio di bonifica in vista della riapertura del mercato fisso di Mestre

Marzenego, archivio

Via libera alla sistemazione delle sponde del fiume Marzenego, “ramo Campane”, vicino a via Pio X in centro a Mestre. In vista della prossima apertura del mercato fisso di Mestre, i cui lavori per un totale complessivo di quasi 3 milioni di euro sono in corso di realizzazione da parte del Comune, la giunta ha deciso di contribuire alla spesa per un importo pari a 100 mila euro, già prelevati dal fondo di riserva. Partirà una convenzione tra Comune e Consorzio di Bonifica. «Un’operazione di salvaguardia delle nostre vie d’acqua. Stiamo investendo per la riqualificazione di una delle zone di Mestre che per decenni era stata abbandonata a se stessa», il commento dell'assessore Francesca Zaccariotto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Fiori d'arancio in casa Panatta: Adriano sposa la sua Anna a Venezia

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

  • Incidente tra mezzi pesanti in A4, due persone ferite

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento