MestreToday

Stamattina si è svolta la cerimonia di inaugurazione del nuovo mercato di Mestre

È aperto al pubblico dal 26 novembre, oggi c'è stato il taglio del nastro. Il sindaco: «È un simbolo di riqualificazione della città»

Il progetto si è concluso in cinque mesi: erano i primi di giugno quando le ruspe hanno iniziato ad abbattere i vecchi fabbricati dell’area mercatale nel centro di Mestre (avevano 26 anni), dando inizio al lavoro di riqualificazione. Dal 26 novembre il nuovo mercato coperto è in funzione e stamattina, 7 dicembre, si è svolta l'inaugurazione ufficiale alla presenza del sindaco Luigi Brugnaro e delle autorità. «Questo luogo - ha detto il sindaco - deve restare un simbolo della rinascita della città. Per fare opere come queste servono risorse che abbiamo ottenuto con l’efficientamento della macchina comunale, restituendo ai cittadini una zona in cui sia piacevole vivere, come stiamo facendo anche a Forte Marghera. L’appello ora è di averne cura». Con l'occasione sono stati ricordati i prossimi interventi in prossimità dell’area mercatale, come la sistemazione di piazzetta Coin e l’intervento per ripristinare il mercato bisettimanale, che riprenderà nel mese di gennaio.

Il progetto

Nel dettaglio, il nuovo mercato è costato all’amministrazione quasi 3,6 milioni di euro, di cui 2.900.000 per la nuova struttura finanziati dal Patto per Venezia, 490.000 per la realizzazione del mercato provvisorio, 200.000 per la sistemazione di piazzetta Coin ed aree esterne. Al nuovo mercato si accede come prima attraverso due entrate: quella principale su piazzetta Coin e quella secondaria da via Fapanni. Sul rispetto delle regole si è soffermata la direttrice del settore servizi al cittadino e imprese, Stefania Battaggia, che ha spiegato come ad esempio l’allestimento dei banchi da parte dei commercianti dovrà terminare entro le 8.30 mentre ai cittadini sarà vietato l’ingresso con la bicicletta per motivi di sicurezza.

Caratteristiche

«La nuova struttura - ha detto Riccardo Cecchetto, responsabile del progetto - è ampia 2000 metri quadri, di cui 1000 di negozi, ed è stata una sfida anche dal punto di vista tecnologico». È coperta con falde romboidali prefabbricate in legno lamellare appoggiate su pilastri in acciaio, posizionati in modo da cadere al centro dei percorsi e lasciare libere le facciate dei banchi. Il manto di copertura è stato realizzato con pannelli ondulati, per metà opaco e per metà traslucido per consentire l'illuminazione naturale ma allo stesso tempo protezione dal sole. I 36 banchi, che mantengono la configurazione precedente, sono stati unificati in blocchi continui e realizzati in legno lamellare con pannelli colorati con una copertura unitaria. Al centro c'è una piccola piazza con un’aiuola sopraelevata che ospita due fontanelle. La copertura è sopraelevata di 2,5 metri rispetto alle botteghe sottostanti. Realizzati ex novo i servizi igienici per gli operatori del mercato così come gli impianti elettrici e idrici e in generale tutto il piano di calpestio. Si concluderanno entro l’anno i lavori di sistemazione dell’area attigua al mercato che ospita l’isola ecologica gestita da Veritas (costo 600mila euro), a servizio soprattutto ma non solo degli esercenti del mercato fisso, del mercato settimanale e del prospiciente Centro commerciale. Soddisfazione è stata espressa dall’amministratore del complesso, Gimpaolo Zane, che ha sottolineato come la città di Mestre abbia ora una struttura adeguata che garantisce anche ai commercianti di lavorare in maniera più dignitosa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

WhatsApp Image 2019-12-07 at 09.32.13-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

Torna su
VeneziaToday è in caricamento