MestreToday

Ruspe in azione, giù la piscina di Favaro. "Ora al lavoro per un nuovo impianto"

Lavori di demolizione avviati alla Marco Polo. Boraso: "Via il degrado dall'area, presto qui campi da calcio, basket, pallavolo e pattinaggio"

E' stata per decenni un punto di incontro sportivo e sociale molto importante per Favaro. Questa mattina per la vecchia piscina Marco Polo, chiusa dal 2011, si è scritto l'ultimo atto. Sono infatti iniziati i lavori di demolizione della struttura, ad opera della ditta Ecis Srl, grazie ad un finanziamento PonMetro di 230mila euro che comprende anche la risistemazione dell'area.

0802 pis 3-2

Presto nuovi impianti

Una scelta "in parte dolorosa", ammette l'assessore alla Gestione del patrimonio, Renato Boraso, perché "la piscina per quasi quarant'anni è stata al centro della vita e delle abitudini di questa comunità". Dall'altra parte si tratta di un provvedimento "opportuno e atteso". "Finalmente - commenta - sparisce un angolo di degrado della nostra città, lasciato nell'incuria e nell'abbandono. Al suo posto verranno realizzati, già entro la fine di quest'anno, una piastra in cemento al quarzo polivalente per ospitare discipline sportive come il calcio, il pattinaggio, la pallacanestro e la pallavolo, nonché nuovi percorsi pedonali di accesso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Luogo a disposizione dei cittadini

Ad assistere ai lavori di demolizione, oltre al presidente della Commissione consiliare, Giancarlo Giacomin, vari rappresentanti della Municipalità di Favaro, dal presidente Marco Bellato, ai delegati Simone Mestriner e Gianpietro Trabujo, ai consiglieri Sergio Memo e Maurizio Gallo. "Era un intervento che aspettavamo oramai da anni - ha confermato Bellato - visto che il luogo era diventato un deposito di rifiuti e la struttura veniva spesso utilizzata dagli sbandati. Ora quest'area sarà di nuovo fruibile e a piena disposizione dei cittadini, sia per attività sportive, che sociali, come ad esempio feste di quartiere o altro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Si masturba affacciato alla finestra, denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento