MestreToday

"Venice in bike" a Mestre: tutti in bici per la seconda domenica ecologica

In occasione dell'odierna giornata "ambientale", nessun veicolo potrà circolare nell'area centrale dalle 10 alle 18, ma sarà possibile, per tutto il giorno, viaggiare in autobus a tariffa agevolata

Domenica ecologica a Mestre, 15 aprile 2012

Venice in bike”: questo lo slogan della seconda domenica ecologica del 2012, promossa dal Comune di Venezia per oggi, domenica 15 aprile. Come facilmente intuibile, sarà la bicicletta la principale protagonista della manifestazione. Anche questa volta, ha sottolineato l’assessore comunale all'Ambiente, Gianfranco Bettin, “la ‘domenica ecologica’ avrà una funzione principalmente educativa e di sensibilizzazione per temi importanti, come la mobilità sostenibile e la sostenibilità ambientale.”

La circolazione delle auto sarà vietata dalle 10 alle 18 all’interno dell’area centrale di Mestre racchiusa a sud dalla stazione ferroviaria, ad ovest dalla tangenziale e a nord e ad est da via Martiri della Libertà. Per favorire l’utilizzo dei mezzi pubblici sarà in vendita il biglietto “Ecobus24” che, al prezzo di 1,80 euro darà la possibilità di viaggiare su tram e bus per tutta la giornata.

In piazza Ferretto, dalle 11 alle 18, ci saranno punti informativi allestiti dalle Direzioni Mobilità e Ambiente, da Avm, Legambiente e Fiab per presentare ai cittadini le iniziative promosse per la mobilità sostenibile: dal car sharing, al bike sharing, il servizio di prestito di biciclette, a cui, per l’occasione, ci si potrà iscrivere gratuitamente nel gazebo che si troverà invece in piazzetta Pellicani.

Alle 10 il raduno, in piazzetta Pellicani, dei partecipanti a “Bicinfamiglia”, la biciclettata di 25 km promossa dalla Fiab di Venezia tra “Antichi boschi e nuovi parchi”, che saranno accolti dall’assessore alla Mobilità, Ugo Bergamo. Sarà lui ad illustrare le ultime iniziative realizzate dal Comune a vantaggio di chi si muove in città con la bicicletta. Tra le buone notizie che darò, ha spiegato Bergamo “c’è anzitutto quella riguardante il nuovo bici park della stazione che dovrebbe essere pronto entro il mese di luglio, per un costo di 500.000 euro, e che, con la sua capienza da 1000 posti, sarà il più grande d’Italia”. Continua, inoltre, sottolinea l’assessore, l’opera di potenziamento della rete di piste ciclabili: “a quelle previste sono da aggiungere quelle che stiamo realizzando sull’ex ferrovia Valsugana, sulla gronda lagunare di Campalto, sul greto dell’Osellino”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine un’attenzione particolare per il “bike sharing”, iniziativa in continua crescita: “ormai gli utenti sono 560, e le bici a disposizione, entro l’estate, saranno un centinaio, con 180 colonnine attive, grazie alla ormai prossima apertura delle nuove stazioni in via San Girolamo, che inaugureremo proprio domenica, e poi al parco di San Giuliano, alla stazione ferroviaria lato Marghera, in piazza Carpenedo, alla Carbonifera e a Mestre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Si masturba affacciato alla finestra, denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento