MestreToday

Pestato a sangue in strada, finisce con volto tumefatto e setto nasale rotto

L'episodio nei giorni scorsi. Gli agenti della polizia locale stavano pattugliando l'area, quando sono stati allertati da un passante che ha assistito alla scena. Fermati in due

Foto d'archivio

È stato pestato a sangue in pieno pomeriggio, all'intersezione tra via San Donà e via Monte Civetta a Carpenedo. A lanciare l'allarme agli agenti della polizia locale, impegnati in un servizio di controllo, è stato un passante, che ha raccontato dell'aggressione in strada anche con l'utilizzo di un'arma da taglio, poi identificata in un cacciavite lungo 16 centimetri. Gli agenti hanno raggiunto subito il luogo della rissa, soccorrendo un uomo, 30enne di nazionalità albanese, che camminava in mezzo alla strada con il volto tumefatto e ricoperto di sangue. Altre due persone alla vista degli agenti hanno invece iniziato a scappare di corsa.

L'inseguimento

È scattato quindi un inseguimento, al termine del quale gli operatori sono riusciti a bloccare uno dei sospetti, un 25enne di nazionalità albanese. Il complice invece è riuscito a far perdere le proprie tracce. Giunti i rinforzi, è stato individuato, seguendo l'itinerario degli aggressori per scappare, un cacciavite senza manico lungo 16 centimetri con evidenti tracce di sangue sulla superficie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche le testimonianze raccolte subito dopo hanno confermato quanto già appariva evidente: i fuggitivi hanno aggredito a calci e pugni la vittima per strada utilizzando anche il cacciavite sequestrato. Il ferito, che ha sporto denuncia nei confronti dei picchiatori, è stato trasportato in ospedale da un'ambulanza del Suem 118, dove gli è stata riscontrata la frattura del setto nasale. Il complice del fuggitivo, un 22enne sempre di nazionalità albanese, è stato individuato nei giorni successivi al pestaggio: entrambi gli autori sono stati denunciati per lesioni aggravate in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Si masturba affacciato alla finestra, denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento