MestreToday

Oltre 2 mila firme per la messa in sicurezza di via Orlanda

Il comitato: «In meno di un mese un abitante di Campalto su 3 ha firmato la petizione lanciata pochi giorni dopo la tragica scomparsa di Luciano Trevisan»

Chiesa di Campalto, archivio

«Sono state raccolte 2061 firme: in meno di un mese un abitante di Campalto su 3 ha firmato la petizione per la messa in sicurezza della via Orlanda, a Campalto, lanciata pochi giorni dopo la tragica scomparsa del 63enne Luciano Trevisan». L'uomo è morto dopo essere stato investito in pieno giorno da un'auto, all'altezza della chiesa vecchia, il 10 ottobre scorso. Dopo il dramma alcuni fra i residenti si sono costituiti in comitato, chiedendo alle istituzioni e alle amministrazioni di adottare tutte le misure possibili per ridurre il rischio negli attraversamenti pedonali del centro urbano di Campalto, a partire dagli interventi che consentano di abbassare la velocità dei mezzi in transito.

L'incontro

«Si tratta di un risultato straordinario, che conferma la preoccupazione e la sensibilità della popolazione sulla necessità di una messa in sicurezza di via Orlanda, in particolare nel tratto di attraversamento del centro urbano. Il risultato è stato reso possibile grazie alla preziosa collaborazione dei commercianti, delle associazioni e dei semplici cittadini che si sono attivati in queste giornate, a cui va la nostra gratitudine». Molto è stato raccolto, spiegano gli associati, durante la tradizionale festa di san Martino in strata del 10 novembre scorso. Inviata all’assessore alla Mobilità del Comune di Venezia, Renato Boraso, la richiesta di un incontro per potere consegnare ufficialmente all’Amministrazione comunale le firme raccolte e illustrare i contenuti della petizione.

Proposte

Tra le proposte anche il piano rialzato, rispetto alla sede stradale, del passaggio pedonale in corrispondenza dell’asilo Sant’Antonio, il restringimento delle carreggiate, in prossimità degli attraversamenti, con la realizzazione di un’isola centrale a salvaguardia dei pedoni in transito, l’installazione di autovelox. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento