MestreToday

«Un grande centro di musica elettronica al teatro del Parco Bissuola»

Il progetto, annunciato mercoledì dal sindaco Brugnaro, sarebbe preso in gestione dalla Biennale di Venezia. Se ne discuterà nel corso del consiglio di amministrazione di giovedì

Chiuso da tempo, più di 10 anni, non ancora finito di ristrutturare. Lasciato un po' a se stesso. Dopo tanti interrogativi sul suo futuro, ora il teatro del Parco Bissuola di Mestre, già sede degli uffici dell'anagrafe, potrebbe avere una nuova vita come centro di musica elettronica, uno dei più grandi a livello nazionale. Ad annunciare la possibile svolta, di certo ambiziosa, è stato il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, a margine dell'incontro in prefettura con il capo della polizia Franco Gabrielli di mercoledì pomeriggio, durante il quale è stato firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione della nuova questura a Marghera.

Di più se ne saprà a termine del CdA della Biennale in programma oggi (13 dicembre, ndr), di cui il primo cittadino veneziano è vicepresidente. Sarà proprio l'ente della cultura veneziana che dovrebbe prendere in consegna il progetto, allargando ancor di più il proprio raggio d'azione anche alla terraferma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento