MestreToday

Pratiche più facili, lunedì anche l'Anagrafe nel polo unico dei servizi in centro

Cambio residenza e abitazione prenotabili anche online: sarà possibile fissare il proprio appuntamento sul sito del Comune di Venezia, www.comune.venezia.it

Con l'apertura dell'Anagrafe in centro a Mestre si completa un nuovo importante tassello nella realizzazione del Polo dei servizi al cittadino. I residenti del Comune di Venezia potranno trovare tutti i servizi demografici in un unico luogo e, a pochi passi dall'ex scuola Ticozzi, anche l'Ufficio Relazioni con il Pubblico, l'Ufficio Idoneità Alloggi e tra pochi giorni il Protocollo Generale e la Casa comunale.

Prenotazione

Per agevolare ulteriormente la cittadinanza sarà inoltre possibile prenotare le pratiche di cambio residenza/abitazione, per gli sportelli di Mestre e di Venezia, fissando il proprio appuntamento sul sito del Comune di Venezia www.comune.venezia.it alla sezione Anagrafe Semplice. In alternativa si potrà telefonare al numero telefonico dell'Urp 041.2749090.

Pratiche online

I cittadini che, senza spostarsi da casa o dall'ufficio, volessero procedere per via telematica, potranno farlo seguendo le istruzioni contenute nel sito del Comune di Venezia alla pagina "Modalità invio cambio di residenza e abitazione". Inoltre i residenti nel Comune di Venezia, che siano unico componente del nucleo familiare e che possiedano un'identità digitale Spid, potranno effettuare il cambio di residenza o abitazione direttamente on-line dal nuovo portale Dime. I cittadini non italiani, appartenenti ad uno Stato membro dell'Unione Europea, continueranno a presentare la richiesta della residenza con la documentazione relativa sempre allo sportello dell' Ufficio Soggiorno Cittadini Comunitari, che si trova in Via Torre Belfredo 1A.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trasferimento

Per i sindacati Cgil, Cobas, Csa, Diccap e Uil, i cambi sede degli uffici rappresentano «scelte più obbligate che risolutive», che non risolvono la necessità di «immediate assunzioni e rafforzamento di formazione, condizioni di lavoro umane, investimento sulle professionalità con chiari processi di valorizzazione», per il personale e per migliorare la qualità dei servizi ai cittadini. «Tre giorni fa - fa sapere il Comune - le sigle sindacali hanno firmato un “progetto speciale” per i dipendenti degli sportelli al cittadino del valore di 60.000 euro, per riconoscere loro un premio accessorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Si masturba affacciato alla finestra, denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento