MestreToday

Posato oggi il nuovo ponte sul Canal Salso a Mestre

Ciclopedonale, collega Forte Marghera con il polo terziario e universitario di via Torino. Procedono i lavori per il completamento della pista, che arriva a viale San Marco e da lì al San Giuliano

Si è svolto oggi a Forte Marghera il varo del nuovo ponte ciclopedonale sul Canal Salso, che collega l'area verde del Forte con il polo terziario e universitario di via Torino. L'opera era attesa perché mette in connessione due punti di Mestre molto frequentati, particolarmente da studenti e lavoratori, consentendo di muoversi (a piedi o in bici) tra via Torino e la parte finale del quartiere San Marco, senza dover passare dal ponte di viale Ancona.

Nuovo ponte sul Canal Salso

All'inaugurazione erano presenti il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e l'assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto. La struttura costituisce un nuovo tassello del progetto, finanziato con i fondi europei Pon Metro, che prevede, oltre al ponte, anche la realizzazione di un percorso ciclabile e pedonale che da via Forte Marghera arriva in viale San Marco, all’altezza della fermata della tram, all’imbocco del ponte strallato di accesso al parco di San Giuliano. La struttura, assemblata in un'officina di Fusina e trasportata ieri via acqua fino a San Giuliano, è stata sollevata da due grandi gru montate sul posto e posizionata sulle due sponde del canale sulle fondazioni preparate per sostenerlo. Il nuovo ponte, lungo 45 metri, si compone di tre elementi: una struttura portante in ferro zincato e verniciato, un rivestimento esterno in acciaio corten e un rivestimento della pavimentazione dell’impalcato in acciaio corten con bugnatura antiscivolo.

Il varo della struttura

«Ci troviamo in una parte della città - ha esordito Zaccariotto - che era completamente abbandonata e non poteva essere frequentata. Con quest'opera mettiamo in relazione non solo la parte lagunare della città con la terraferma, ma rendiamo anche più semplici gli spostamenti tra due aree particolarmente frequentate dai giovani, il polo universitario di via Torino e Forte Marghera». Dopo il varo la struttura è stata attraversata dal sindaco, insieme a Zaccariotto e alla squadra di tecnici e progettisti che ne hanno reso possibile la realizzazione: «Era tanto tempo - ha evidenziato il primo cittadino - che la città l'aspettava. È un'opera importante, che renderà la città ancora più connessa e percorribile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento