MestreToday

Tram ai box per 20 giorni: i giunti verranno sostituiti con quelli dei treni

La commissione Sicurezza dell'Ustif martedì ha approvato la soluzione dell'Ati: verranno montati pezzi di tipo ferroviario, come a Padova. Intanto la battaglia si sposta sul pagamento dei danni

Il tram rimane ai box ancora per due o tre settimane. Perché martedì pomeriggio davanti alla commissione Sicurezza dell'Ustif l'Ati, il consorzio di aziende che ha costruito la linea, ha presentato la propria soluzione per permettere al siluro rosso d'ora in avanti di circolare senza problemi: sostituire tutti i 14 giunti, compreso quello vicino a piazza Barche che il 2 ottobre si è danneggiato, con cavi, tiranti e pezzi di tipo ferroviario. Sulla falsariga del mezzo "gemello" che opera a Padova. Una soluzione che ha spiazzato quasi tutti i presenti alla riunione, e che inevitabilmente aggiunge carne al fuoco nelle frizioni già esistenti tra amministrazione comunale e consorzio di aziende.

La proposta dei nuovi giunti è comunque stata approvata. Il riavvio del servizio di conseguenza slitta a dopo le sostituzioni, per cui ci vorrà qualche settimana. Oltre al montaggio, infatti, verranno effettuate alcune prove di tiro, anche sui giunti di portata inferiore a quelli da sostituire. Secondo la Gemmo, la società vicentina che si occupa della elettrificazione della linea aerea del tram, per ordinare i pezzi e sostituirli ci vorranno una ventina di giorni.

Intanto l'impressione è che i vari soggetti in campo si stiano attrezzando per giocare un'altra partita cruciale: quella del rimborso dei danni. Sia materiali (Actv in queste settimane è costretta a uno sforzo extra con dei bus sostitutivi), sia d'immagine. L'assessore ai Trasporti Ugo Bergamo sottolinea che ci si trova di fronte a un guasto strutturale, quindi la responsabilità andrebbe addotta alla ditta costruttrice, mentre Pmv, la holding della mobilità veneziana, se ne tira fuori: la sua intenzione è di non tirare fuori un soldo.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • La due volte premio Oscar Emma Thompson da oggi è residente a Venezia

  • Coronavirus, attenzione al massimo in Veneto. Zaia: «Pronti a misure drastiche»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento