MestreToday

Suicidio a Mestre: prenota una camera del Plaza e si butta giù

Un 31enne di Marghera si è tolto la vita nella notte tra domenica e lunedì schiantandosi nel terrazzino del primo piano dell'hotel mestrino

Ha chiesto perdono ai genitori e ai propri cari per alcuni suoi comportamenti passati in uno scritto di tre pagine lasciato in quella stanza d'albergo al settimo piano dell'Hotel Plaza di Mestre che aveva prenotato. Dopodiché si è lasciato cadere nel vuoto, deciso a farla finita. Tragedia nella notte tra domenica e lunedì nell'albergo situato proprio di fronte alla stazione ferroviaria di Mestre, quando un giovane di 31 anni si è tolto la vita schiantandosi all'interno di un terrazzino del primo piano della struttura ricettiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Troppo gravi i traumi riportati nella caduta di diversi metri: la vittima, residente in via Beccaria a Marghera, ha perso la vita sul colpo. La prima segnalazione un paio d'ore più tardi da parte dei clienti, che si sono accorti della presenza del cadavere. Sul posto sono intervenuti in prima battuta gli agenti della polizia ferroviaria, dopodiché per i sopralluoghi è giunto anche l'aiuto dei carabinieri. Nessun dubbio sul fatto che si sia trattato di suicidio: il giovane ha lasciato un messaggio rivolto ai propri cari su tre pagine di un'agenda trovata dalle forze dell'ordine all'interno della camera d'albergo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento