MestreToday

Polizia locale: tre insediamenti abusivi sgomberati e spacciatore di "coca" bloccato

I bivacchi smantellati nelle rampe: del Commercio, Rizzardi e Troso del cavalcavia di Mestre-Marghera erano occupati da 30 persone circa dedite ad attività di accattonaggio a Venezia

Tre insediamenti abusivi sono stati sgomberati mercoledì mattina dal servizio di sicurezza urbana a seguito di un'ordinanza di sgombero emanata dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e relativa a tre bivacchi abusivi in Rampa del Commercio, Rampa Rizzardi e Rampa “Troso” del cavalcavia di Mestre-Marghera.

Schermata 2017-04-13 alle 18.18.45-2

Nelle operazioni, iniziate alle 8 e terminate alle 14, eseguite con il supporto di personale Veritas, sono stati rimossi circa trenta metri cubi di materiale da bivacco (materassi, reti, coperte, vestiario, vasellame, pentole e stoviglie, cartoni, sacchi di plastica, piccola mobilia). L'area in questione era occupata da circa una trentina di persone provenienti dalla Romania e dedite all'attività di accattonaggio in centro storico a Venezia.

Schermata 2017-04-13 alle 18.18.14-2

Giovedì pomeriggio, all'intersezione tra via Monte San Michele e via Trento, la polizia locale ha colto in flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino nigeriano di 25 anni. L'acquirente, un cittadino italiano di anni 37 residente a Mestre, che aveva appena comprato una dose di cocaina al costo di 20 euro, è stato bloccato mentre andava verso l'ex falegnameria Rosso di via Giustizia per assumere la sostanza.

Il cittadino nigeriano, munito di permesso di soggiorno per motivi umanitari, è stato denunciato a piede libero a causa dell'assenza di precedenti. All'uomo sono stati sequestrati sessanta euro, guadagno probabile dell'attività di spaccio. Sul posto sono poi state fatte intervenire le due unità cinofile del corpo per un'ispezione ad ampio raggio dell'intero quartiere.

Le operazioni sono poi proseguite al parco Albanese, dove un altro cittadino nigeriano di 25 anni è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana, già confezionate e pronte per lo spaccio, e di cento euro. Sia la sostanza stupefacente che i soldi sono stati sequestrati e l'uomo è stato deferito all'autorità giudiziaria.

Ancora, nel pomeriggio di giovedì, 15 ovuli di cocaina sono stati trovati sotto alle tavole di legno del plateatico di un ristorante di via San Michele. Nel corso del primo controllo della polizia locale, con l'ausilio delle unità cinofile, i cani non avevano segnalato nulla di rilevante. Ma ad un secondo passaggio, più tardi, hanno iniziato ad agitarsi notevolmente costringendo i militari a perquisire le assi di legno una seconda volta. Gli agenti, solo dopo aver scardinato le tavole che erano state bloccate con alcuni chiodi, hanno scoperto la sostanza stupefacente nascosta all'interno.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Domenica ad alta tensione a Venezia: sì al comizio di Forza Nuova ma anche ai no global

  • Sport

    Il Venezia vola sulle ali del nuovo bomber Litteri, ma la partita la decide capitan Domizzi

  • Cronaca

    Si allontana a San Valentino e non dà più notizie di sé. La madre: "È senza cellulare"

  • Cronaca

    Era diventato l'incubo dei vicini di casa: chioggiotto in manette per atti persecutori

I più letti della settimana

  • Tragedia in quartiere Pertini a Mestre: adolescente trovato morto in casa dai parenti

  • Mondo del calcio in lutto a Mirano: la corsa di Francesco si è fermata a soli sedici anni

  • Muore improvvisamente in casa a 30 anni, terribile lutto tra Veternigo e Mirano

  • Elezioni politiche 2018: come si vota, tutte le liste e i candidati in provincia di Venezia

  • Tragico incidente sulla Triestina: marito e moglie perdono la vita, ferito in ospedale

  • Il trattore sbanda e si "incastra" nel sottopasso: strada chiusa per 3 ore a Mira

Torna su
VeneziaToday è in caricamento