MestreToday

Dopo le proteste, Home Festival annuncia i rimborsi

Alcuni dei concerti più attesi sono stati cancellati: chi ha perso l'opportunità di assistervi potrà ottenere il risarcimento a partire da lunedì

(Ansa)

L'organizzazione di Home Festival ha annunciato l'intenzione di rimborsare chi ha acquistato i biglietti per assistere agli eventi che sono stati cancellati. Inizialmente la possibilità non sembrava contemplata. Poi - in seguito alle tante proteste - il patron del festival, Amedeo Lombardi, ha fatto dietrofront: «A coloro che hanno perso l’opportunità di vedere il proprio artista preferito, abbiamo attivato il rimborso del biglietto. Da lunedì si potrà richiedere alla mail ticketing@homefestival.eu oppure al numero +39 3662301378». Lombardi ha comunque sottolineato: «Una cosa importante che ci tengo a dire è che, comprando un biglietto per un festival o una rassegna, si compra la totalità della giornata non di un singolo spettacolo/concerto».

Home Festival a San Giuliano

Nel post pubblicato su Facebook, Lombardi spiega anche: «Vorrei fare chiarezza in base alle critiche ricevute, ma senza entrare in tecnicismi del perché c’è un artista rispetto ad altro (ad esempio, il caso Pusha-T dal quale stiamo ancora attendendo la comunicazione ufficiale dall'artista di un suo errore). Oppure nel cominciare a parlare di sicurezza. Basti sapere che ci rendiamo conto di quanto sta accadendo e non ne siamo certo felici: abbiamo creato una infoline che ha il compito di provare a risolvere tutti i problemi o a rendere la partecipazione migliore e stiamo facendo del nostro meglio. La manifestazione si terrà in un parco stupendo, arrivare coi mezzi e parcheggiare sarà gratuito, ci sono sconti speciali per famiglie e residenti, la line up rimane di altissimo livello».

Palco mancante, saltati 8 artisti

La notizia della cancellazione di una parte dei concerti del festival (12-14 luglio) è stata diffusa giovedì. La causa, ha spiegato l'organizzazione, è la mancata installazione di uno dei palchi previsti. Tra le esibizioni annullate ci sono nomi illustri come: Aphex Twin, Jon Hopkins, The Vaccines, Mura Masa, Modeselektor, Pusha-T, Moodyman e Adam Beyer. Otto artisti sui 100 in programma: non molti, ma comunque tra i più attesi. Il resto della line-up, al momento, resta confermata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I benefici della cyclette, un attrezzo per tornare in forma in poco tempo

  • Il bar di Venezia che riapre con tutti gli impianti a prova di acqua alta

  • Cocaina e 70mila euro in casa: un altro arresto a Chioggia

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Volo dell’Angelo 2020, Venezia è pronta

  • Cardiologie aperte: screening e visite gratuite all'ospedale di Mirano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento