MestreToday

Ecco il progetto per il polo nautico di San Giuliano

L'intervento è stato approvato dalla giunta e costerà 7,7 milioni di euro. L'idea del sindaco Brugnaro: realizzare un luogo d'eccellenza che attiri gli amanti della laguna e del mare

Il progetto definitivo di risistemazione del polo nautico a San Giuliano è pronto ed è stato approvato oggi dalla giunta comunale veneziana. Si tratta di un vasto piano che mette ordine all'area, recupera strutture esistenti e ne prevede di nuove, affrontando anche la questione dei collegamenti; alla fine le attività nautiche avranno una nuova "casa" e gli utenti del parco avranno la possibilità di raggiungere la riva sud-orientale e affacciarsi direttamente sull’acqua.

Il nuovo corpo di fabbrica

Ad essere demolite saranno strutture edilizie di "basso profilo", ovvero le tensostrutture e i capannoni che oggi fanno da ricovero alle imbarcazioni; al loro posto sorgerà un nuovo corpo di fabbrica costituito da cinque elementi accorpati: sarà realizzato su due livelli, uno a piano terra, che mantiene le metrature attuali, e uno soppalcato, che ospiterà due palestre per attività legate alla voga, una club house e nuovi spogliatoi. In aderenza al nuovo corpo di fabbrica, sul versante sud, è in programma la realizzazione di un locale bar/ristoro. Inoltre, ha annunciato l'assessore Francesca Zaccariotto, il piano prevede «il recupero e la valorizzazione di alcuni immobili di pregio architettonico e culturale, come la colonia elioterapica e l’edificio denominato "Ex Dogana"». Il progetto ha un valore complessivo di 7,76 milioni di euro.

Gli esterni

Ancora: sarà effettuato il completo riordino degli spazi esterni per lo stazionamento delle barche, con una contrazione dell’attuale area oggi occupata sul versante nord-est per liberare l’affaccio del parco sul Seno della Sepa. Lo spazio aperto per lo stazionamento delle oltre 360 imbarcazioni sarà realizzato utilizzando in parte le pavimentazioni attualmente esistenti per l’accesso e la manovra in banchina, mentre, per gli spazi a terra, i percorsi di movimentazione delle imbarcazioni e i nuovi parcheggi è previsto l’impiego di materiali naturali ad elevata permeabilità come spezzato di roccia, terre stabilizzate e verde armato.

Gli altri investimenti

«Stiamo sbloccando la città - ha detto il sindaco Luigi Brugnaro -. Questo progetto contribuirà a rendere quest’area strategica e attirerà giovani da tutto il Veneto, che verranno per fare attività motoria in un polo nautico d'eccellenza raggiungibile, grazie ai nuovi collegamenti, anche con i mezzi pubblici». Zaccariotto ha ricordato che il progetto è stato condiviso e discusso con le varie associazioni sportive nautiche e remiere. Il "nuovo" polo nautico rientra in un piano più complessivo che vale oltre 84 milioni di euro e che comprende altri interventi, tra cui la passerella ciclopedonale (1,5 milioni di euro, con i lavori appena iniziati) per collegare l'università di via Torino con Forte Marghera; le opere di riqualificazione ambientale e delle rive di San Giuliano; la sistemazione dei capannoni dei trasportatori, finanziata dai trasportatori stessi, e il rifacimento della pista di atletica di San Giuliano (oltre 850mila euro finanziati dal Coni), i cui lavori saranno ultimati entro novembre 2019. Per le strutture al servizio delle grandi manifestazioni saranno stanziati 1,2 milioni di euro, mentre il nuovo rifugio per animali costerà 1,4 milioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Sciopero del personale Actv, ecco quando

  • Esplosione a Marcon, il botto mette in allarme mezzo quartiere

  • Minaccia la dipendente con la pistola, poi fugge con il contante

Torna su
VeneziaToday è in caricamento