MestreToday

Ecco il progetto per il nuovo canile di San Giuliano: ospiterà 100 animali

Investimento da 1,4 milioni approvato dalla giunta veneziana. Previsti anche un parcheggio e un'area libera per i cani, lavori dal prossimo autunno

Ok dalla giunta, il canile di San Giuliano sarà realtà. Il Comune stanzia 1,4 milioni di euro per la costruzione di una struttura formata da un edificio operativo e da un modulo per il ricovero degli animali abbandonati che potrà ospitare un centinaio di cani (il 45% di taglia piccola, il 32% di taglia media e il 23% di taglia grande). Vi si accederà da via Orlanda attraverso la viabilità interna che collega anche l’adiacente canile sanitario. È prevista inoltre la realizzazione di un’area destinata a parcheggio e di una libera per gli animali. Il tutto all’estremità nord-est del parco.

Tutti i comfort

L’edificio operativo, di forma rettangolare, ospiterà i locali di servizio funzionali per la gestione, la pulizia e la somministrazione del cibo. Il ricovero dei cani sarà costituito da un fabbricato all’interno del quale sono posizionati 18 box modulari. «Il progetto - specifica l'assessore all'Ambiente Massimiliano De Martin - comprende il rifacimento degli impianti, delle tecnologie per la sorveglianza e la sistemazione delle aree esterne, con il riordino dei percorsi pedonali e carrabili. Per quanto riguarda la parte strutturale, si è stabilito di prevedere un isolamento termico e acustico dei box in modo da tutelare il benessere degli animali».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lavori nel 2019

In corrispondenza del confine con l’impianto di depurazione di Veritas è prevista, invece, la formazione di uno schermo mediante la messa a dimora di una siepe, mentre, subito dopo il fossato, sarà realizzata una barriera antirumore con l’impiego di pannelli fonoassorbenti mascherati a vegetazione. I lavori dovrebbero essere avviati entro il prossimo autunno: un bel passo avanti, considerato che era dal 1991 che si attendeva questo progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento