MestreToday

Viabilità: i lavori del tram "contagiano" anche il cavalcavia di San Giuliano

Da dicembre partiranno gli interventi di posa delle rotaie. Ma non solo. Verrà adeguata la capacità portante del cavalcavia, mai restaurato dal 1955. La fine del cantiere a inizio estate

“Obiettivo Venezia”, l’operazione che vuol far arrivare il tram da Mestre fino alla città lagunare entro fine 2013, entra in una nuova (e decisiva) fase: da dicembre partono infatti i lavori che prevedono la posa dei binari sul cavalcavia di San Giuliano. Le fasi del progetto, che si concluderà nella prossima estate, e le inevitabili ripercussioni che esso avrà per il traffico, sono state illustrate questa mattina, al Municipio di Mestre, con una conferenza stampa presieduta dall’assessore comunale alla Mobilità Ugo Bergamo, cui hanno preso parte, tra gli altri, il presidente di Pmv, Antonio Stifanelli, i dirigenti di Actv, e quelli di Veneto Strade, la società a cui sono affidati i lavori, per un costo, a carico della Regione, di circa 9 milioni di euro.

Sono infatti previsti, oltre alla posa della rotaia, lo spostamento dei sottoservizi e l’adeguamento della capacità portante del cavalcavia, realizzato nel 1955, che non era stato sinora mai soggetto a ristrutturazioni. La prima fase, che durerà da dicembre alla metà di febbraio, e non avrà nessuna ripercussione sul traffico, riguarderà la realizzazione di una rotatoria davanti all’imbocco di viale San Marco e via Forte Marghera, che permetterà ai veicoli provenienti da Mestre con direzione Campalto di non dover più arrivare, per svoltare, fino all’imbocco del cavalcavia. Dopo Carnevale, verso la metà di febbraio, inizieranno i lavori sul cavalcavia.

“In questa fase, che durerà fino a metà aprile – ha spiegato Bergamo – i lavori si svilupperanno sulla rampa di salita da Venezia e sulla corsia est del manufatto: non ci saranno perciò problemi per i mezzi che da Mestre vorranno raggiungere Venezia, mentre chi arriva dal capoluogo lagunare, compresi gli stessi mezzi pubblici, non potrà salire sul cavalcavia di San Giuliano, ma dovrà proseguire fino a quello di via Torino, percorrendo poi viale Ancona e via Sansovino. Ci saranno di conseguenza deviazioni di percorso per i bus Actv delle linee 5, 19, 12, 32, 24, 80, 84, Noale e Scorzè”.

Nella terza fase, da metà aprile a metà luglio, i lavori passeranno sull’altro lato del cavalcavia, che non potrà essere percorso dai veicoli privati. Gli autobus, i taxi e i mezzi di soccorso, invece, potranno transitare sul manufatto, grazie a un senso unico alternato. Da fine aprile partiranno anche i lavori di competenza di Pmv, ovvero la posa vera e propria delle rotaie. L’ultima fase, che si concluderà a fine agosto e non creerà problemi alla circolazione, riguarderà invece il consolidamento delle strutture del cavalcavia, e lo spostamento dei sottoservizi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

  • Scomparso da tre giorni, trovato nel canale senza vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento