MestreToday

Maxi rissa davanti alla stazione di Mestre e in un negozio: due arresti

La polizia ha sequestrato una pistola scacciacani, una catena per biciclette e un cacciavite. La lite è scoppiata mercoledì in tarda serata. Indagini su altre sei persone

Il gruppo, alla vista degli agenti, si è allontanato

Gli agenti sono stati attirati dalle grida. Si sono avvicinati e hanno notato un gruppo di otto stranieri litigare. La situazione è presto precipitata ed è scoppiata una maxi rissa. Una zuffa durante la quale sono spuntate bottiglie di vetro rotte e altri oggetti contundenti. In molti tra i cittadini che mercoledì sera transitavano nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Mestre si sono accorti della violenta lite e del fuggi fuggi all'arrivo della polizia. 

Si sono malmenati in un locale

Tutto è accaduto in tarda serata. Una pattuglia della polfer di Mestre, vista la violenza con cui si colpivano gli stranieri, ha cercato di intervenire ma il gruppo si è dileguato. Due di loro, dopo essersi rincorsi nelle vicinanze, sono entrati in un locale e hanno ricominciato a malmenarsi brandendo anche una catena per biciclette. I poliziotti hanno cercato di separarli e sono riusciti a sedare la lite, supportati dai colleghi del commissariato di Mestre. 

Due in manette

I due, H.S. e S.H., entrambi tunisini di 28 anni, sono stati arrestati. Lungo il percorso di fuga la polizia ha trovato anche una pistola scacciacani e un cacciavite, che sono stati sequestrati. Sono in corso le indagini per identificare le altre persone coinvolte nella rissa. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • È normale che non siamo più padroni a casa nostra, grazie ai comunisti che continuano a dire che noi siamo razzisti e dobbiamo accogliere ed accettare questa povera gente che scappa dal loro paese per farsi un futuro migliore, e questi poi sono i risultati . Noi chiusi in casa, gli anziani derubati, e loro che fanno il far-west X le strade!

    • guarda che chi ha incentivato gli stranieri per il lavoro a basso costo sono stati il berlusca e la lega a fine degli anni 90 per non parlare della legge bossi fini o bossi giovanardi tuttora in vigore mi spiace ma la destra a creato questo molto prima basta co ste balle sui comunisti... fanno danni ma la colpa è sempre degli altri...

  • E chi ridarà la serenità a tutte quelle persone che volenti o nolenti hanno duvuto assistere a questo spregevole siparietto improvvisato dai soliti bifolchi!!! chi riesce a consolare quei bambini che sono stati trascinati lontano dai loro genitori x evitare ogni coinvolgimento!!! BASTA con queste porcate! sono sempre gli stessi a creare PAURA tra i cittadini!!!

  • basta andare in giro alle 16...17...18 del pomeriggio nei pressi della stazione per rendersi conto che la maxi retata tanto pubblicizzata non ha dato grandi risultati....bisogna usare il pugno duro...questa gente ha in mano la città e la legge (non la polizia) purtroppo li tutela a discapito della gente per bene che subisce costantemente questo orrore e violenza. purtroppo non siamo padroni a cada nostra.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Cronaca

    Omicidio a Castello: la coltellata, il cartello sulla porta e la chiamata della badante | VIDEO

  • Cronaca

    Sopra il tetto di un palazzo minaccia di buttarsi nel vuoto: salvata dalle volanti

  • Mestre

    Cippo ad Antonio Lippiello, le telecamere incastrano l'uomo che l'ha distrutto a mazzate

I più letti della settimana

  • Schianto tra auto e tram sul ponte della Libertà, traffico bloccato a piazzale Roma

  • Trovato il corpo senza vita di Alex Gerolin

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Chiuso un bar di Marghera: per le forze dell'ordine è un ritrovo di pregiudicati

  • Si sente male in piscina, 19enne muore in ospedale

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento