MestreToday

Rissa in piazzale Candiani, i ragazzi decidono di pestarsi "per gioco"

L'allarme lanciato da alcuni passanti che giovedì hanno segnalato delle persone che si picchiavano. Alcuni con i guantoni: "Era una scommessa"

Hanno destato un certo allarme, tant'è vero che sul posto è intervenuta anche la polizia. Chiamata da alcuni passanti che a un certo punto erano convinti di ritrovarsi nel bel mezzo di una rissa a due passi da piazzale Candiani a Mestre. Otto giovani pare se le stessero dando di santa ragione giovedì sera, alcuni pure equipaggiati con dei guantoni. C'era di che preoccuparsi.

Poi, però, quando una signora si è avvicinata per capire cosa stesse accadendo è saltato fuori che quei ragazzi si picchiavano, sì, ma in maniera "consenziente". La zuffa era stata organizzata a tavolino dopo una scommessa, in cui evidentemente qualcuno di loro doveva "subire" più degli altri. Il tutto nelle vicinanze della rampa di ingresso del parcheggio sotterraneo del Candiani. Davanti a tutti. Il gruppetto non aveva messo in conto che picchiarsi a quel modo avrebbe potuto attirare su di sé l'attenzione delle forze dell'ordine, intervenute sul posto per riportare la situazione alla normalità.

Anche gli agenti sono rimasti stupiti dopo aver scoperto la verità. Si trattava di una goliardata, ma i pugni e i calci sarebbero partiti lo stesso. Violenza gratuita, fine a se stessa. Per divertimento. Certo non una maniera "tradizionale" per passare il tempo, dandosele di santa ragione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: l'affluenza si ferma al 21,73%

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: affluenza al 21,7%. Sì al 66%

Torna su
VeneziaToday è in caricamento