MestreToday

Orzotto con sorpresa a Forte Marghera: cliente si rompe due incisivi, risarcimento

L'incidente il 30 settembre. Un 58enne mestrino è ricorso alle cure del dentista. La disponibilità dei gestori della Dispensa ha permesso di raggiungere un accordo: 1.200 euro

L’orzotto è una delle specialità del ristorante La Dispensa di Forte Marghera e G.R., 58enne impiegato mestrino frequentatore abituale dell’ex campo trincerato della terraferma, difficilmente rinuncia a quel gustoso primo piatto. Lo scorso 30 settembre, però, secondo un comunicato dell'associazione Adico, qualcosa è andato storto. 

Improvviso dolore alla bocca

L’uomo, infatti, mentre mangiava la sua pietanza preferita, all’improvviso ha sentito un forte dolore in bocca e si è ritrovato con due incisivi rotti e la gengiva sanguinante. Un incidente che è stato provocato probabilmente dalla presenza di un ossicino nell’orzotto e che ha costretto l’impiegato a ricorrere a cure urgenti di un dentista. Ora, dopo essersi rivolto allo sportello “risarcimento danni’ dell'associazione mestrina, G.R. ha ottenuto un risarcimento di 1.200 euro che va a coprire le spese effettuate per ricostruire i due incisivi. Una risoluzione a tempo record grazie alla disponibilità dei titolari della Dispensa, che da subito si sono messi in moto tramite la loro assicurazione per risolvere la situazione velocemente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Soluzione a tempi record" 

“Secondo il racconto del nostro socio – spiega Carlo Garofolini, presidente Adico – appena avvenuto l’incidente i camerieri del locale sono intervenuti prestando assistenza e mostrando stupore e sconcerto per quanto avvenuto. Poi l’impiegato mestrino si è rivolto ai titolari i quali hanno da subito mostrato grande disponibilità. Grazie all’intervento del nostro sportello l’assicurazione ha aperto il sinistro e, di fronte alla documentazione presentata dai nostri legali, in tempi molto brevi è stato riconosciuto il risarcimento di 1.200 euro che va a coprire le spese affrontate per sistemare i due incisivi. Un risultato molto positivo che ha soddisfatto il nostro socio”. G.R., comunque, al di là di questa disavventura, non rinuncerà all’orzotto di Forte Marghera e continuerà a frequentare l’ex campo trincerato, vista anche l’attenzione dimostrata da camerieri e titolari del locale dopo l’incidente.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

Torna su
VeneziaToday è in caricamento