MestreToday

Pusher ciclista bloccato prima della "volata" al Bissuola: nelle tasche dei jeans la marijuana

Un 29enne del Gambia è stato arrestato domenica sera dai carabinieri nel parco mestrino. Aveva con sé circa 60 grammi di "maria" oltre che soldi provento di spaccio

Lo spacciatore ciclista viene bloccato prima che potesse lanciarsi nella volata, nel tentativo di seminare le forze dell'ordine. A tagliare il traguardo con il pusher in manette sono stati invece i carabinieri che, domenica sera, hanno controllato le aree dello spaccio più frequentate del parco Bissuola di Mestre.

Sistema di sentinelle in bici

E' risaputo che gli spacciatori nel polmone verde si muovano spesso in sella a delle bici, con l'obiettivo di poter girare velocemente da una parte all'altra del parco in cerca di clienti e tenendo a distanza eventuali uomini in divisa. Per un 29enne del Gambia, però, il piano è saltato quasi subito quando, individuato dai militari dell'Arma, si è trovato la strada sbarrata da una pattuglia. Non ha quindi avuto il tempo di fare dietrofront e allontanrsi spingendo sui pedali: nelle tasche posteriori dei jeans custodiva due involucri caratterizzati ciascuno da quasi 30 grammi di marijuana pronta per essere venduta.

Manette dopo gli accertamenti

Nella zona lo spaccio di stupefacenti è infatti piuttosto corposo, specie per "maria" e hashish", ma non mancano enclavi dove si trova anche eroina e cocaina. Evidentemente la rete di sentinelle in bici organizzata dai pusher domenica sera non ha funzionato: il 29enne, risultato senza fissa dimora e con una sfilza di precedenti, è stato portato in caserma e, al termine degli accertamenti, arrestato in attesa della direttissima di lunedì mattina. 


 

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento