MestreToday

Aggressione ai militanti di Forza Nuova: denunciati 13 appartenenti ai centri sociali

Chiuse le indagini sul pestaggio del 22 gennaio. Nei guai un gruppo di «antagonisti»

Quello che avevano messo in atto era un vero e proprio raid punitivo. Li avevano seguiti e poi, quando si stavano dividendo per tornare a casa, li avevano aggrediti a suon di calci e pugni e utilizzando anche dei bastoni. I carabinieri del nucleo informativo di Venezia e della compagnia di Mestre hanno chiuso il cerchio sul pestaggio ai danni di alcuni esponenti di Forza Nuova avvenuto lo scorso 22 gennaio in piazzale Cialdini a Mestre. I responsabili sono tredici «antagonisti», appartenenti ai centri sociali secondo gli investigatori. Tutti sono stati denunciati. 

Le vittime stavano compiendo le cosiddette passeggiate della sicurezza. Dalle telecamere di sorveglianza i militari sono riusciti a ricostruire ogni attimo dell'aggressione. Gli antagonisti, dopo aver pedinato gli attivisti di Forza Nuova, li hanno avvicinati nel piazzale in cui erano parcheggiate le loro auto. Dopo l'imboscata in due, tra cui il responsabile provinciale del partito, erano finiti all'ospedale. Tra i tredici denunciati c'è anche l'attivista veneziano finito nei guai nei giorni scorsi durante un'operazione della Digos sui disordini del G7 dell'economia a Torino, che era stato raggiunto dall'obbligo di firma.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento