MestreToday

Numeri da record all'ospedale dell'Angelo, accessi e ricoveri in costante aumento

La struttura di Mestre è punto di riferimento per il territorio veneziano e non solo: fatturato in crescita, così come i pazienti provenienti da fuori provincia e regione

L'ospedale dell'Angelo di Mestre si conferma punto di riferimento per la provincia di Venezia e oltre. I numeri del'accoglienza e delle cure sono in costante crescita negli ultimi 4 anni, affiancati da un patrimonio di competenze e specializzazioni che ne fanno un "hub" sanitario consolidato sul territorio: l'area di competenza diretta della Ulss 3 comprende Venezia, Mestre, Chioggia, Mirano e Dolo, ma l'ospedale fornisce supporto anche a San Donà e Portogruaro e accoglie sempre più pazienti provenienti da altre aree della regione. I dati sono riportati dalla Nuova Venezia.

I ricoveri nel 2016 sono stati 24.805, cioè 543 in più del 2015, mentre quattro anni fa erano stati 23.031. Un risultato ancor più importante se si pensa che nel tempo è cambiato anche l'indice di appropriatezza dei ricoveri: ovvero che si ricorre ai ricoveri meno spesso, solo quando strettamente necessario. Di questi il 31,3 per cento proviene da zone non di diretta competenza dell'Ulss 3: se quattro anni fa l’Angelo ha registrato 5.805 ricoveri da altre aziende venete o da fuori regione, nel 2016 sono stati 6.847. Cresce di conseguenza anche il fatturato, che l'anno scorso è stato di quasi 110 milioni di euro. Oltre 7 milioni in più del 2015, 17 milioni in più rispetto a 4 anni fa.

Al pronto soccorso nel 2016 sono stati accolti 89.468 pazienti, di cui 1.676 codici rossi, 19.490 gialli, 15.201 verdi e 52.281 bianchi. L'anno precedente erano stati in tutto 87.576, nel 2013 erano 80.531. In aumento pure gli interventi chirurgici, con 17.960 persone in ricovero, day hospital e in regime ambulatoriale: 2.916 in più rispetto all'anno prima e 5.500 in più rispetto a quattro anni fa. Le specialità che fanno la parte del leone sono la Chirurgia generale (nel 2016 2.093) e l'Ortopedia (1.373). I parti all'Angelo sono stati 1.940, dato simile a quello dell'anno precedente ma comunque in crescita rispetto ai 1.604 di quattro anni fa. Al centro prelievi sono state eseguite oltre 7 mila prestazioni in più rispetto al 2015, mentre il centro unico prenotazioni ha assistito 1.500 utenti in più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • L'acqua alta cancella anche la musica, sommersa la biblioteca del Conservatorio Benedetto Marcello

  • Cocaina fuori dal locale e in casa: coppia in manette a Mirano

  • Giovani investiti da un treno mentre camminano lungo i binari: lui grave

Torna su
VeneziaToday è in caricamento