MestreToday

Umberto I occupato. E a qualcuno non dispiace: «Chiuso da troppo tempo»

Gli attivisti del Lo.co rientrano in azione nel pomeriggio di mercoledì nell'immobile un tempo sede dell'ospedale Umberto I, rimasto chiuso. Grandi sacchi neri, materiale per le pulizie e lavoro di gruppo. L'obiettivo è quello di tornare ad avere un nuovo spazio, dopo la chiusura del collettivo

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

«Avevamo avvisato con un volantinaggio i residenti della zona, la nostra non è un'irruzione, intendiamo sistemare e far rivivere l'immobile abbandonato, e a Mestre ce ne sono tanti. Vogliamo riportare all'interno tutte le nostre attività, teatrali, artistiche e sociali, che dopo la chiusura del Lo.co avevamo dovuto sospendere - spiega un attivista -. Si continuano a costruire e innalzare ostelli, alberghi, ristoranti, mentre si sottrae spazio alla collettività, magari per lasciarlo abbandonato a se stesso. Questa non è la nostra idea di città. A breve organizzeremo un pranzo a porte aperte in questo stabile, che tornerà a essere di tutti».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    Feriti a terra dopo l'accoltellamento, intervengono i soccorsi VIDEO

  • Campalto

    I terribili "veci" del Carnevale di Campalto | VIDEO

  • Cronaca

    Presentati 28 nuovi autobus per la flotta Actv | VIDEO

  • Cronaca

    «Uno stabilimento abbandonato a se stesso, Ilnor poteva ripartire»: la rabbia dei lavoratori

Torna su
VeneziaToday è in caricamento