MestreToday

Nuovi negozi e supermercati, Mestre diventa terra delle opportunità

Le grandi catene di supermercati stanno affollando la zona commerciale di via don Tosatto: via ad aperture Despar, Coop e discount mentre i piccoli e mdei negozianti si interrogano sul futuro del proprio lavoro.

Se ogni settore produttivo e dei servizi si comportassero come le grandi catene di supermercati in Italia la crisi del lavoro e dei consumi sparirebbe in un'anno. Da qualche tempo, a Mestre, è guerra di concorrenza: nuovi negozi, nuove aperture pubblicizzate, cartelli di annunci e, soprattutto nuovi posti di lavoro. La zona interessata è quella commerciale di via don Tosatto. E allora ecco che nel weekend scorso ha aperto Coop&Coop a qualche centinaio di metri dall'ipermercato Auchan che proprio di fronte divide un certo tipo di clientela con un supermercato In's. Nell'area del Terraglio presto si farà anche spazio un nuovo e vasto Despar e poco distante si vocifera che il Gruppo Lando sia interessato ad alcuni capannoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni commercianti e ristoratori già cominciano a preoccuparsi per il futuro e alcune richieste di limitazione potrebbero fare capolino negli uffici di Confcommercio e Confesercenti. Ma per rilanciare la crisi dei consumi sembra proprio che i grandi imprenditori della distribuzione su vasta scala abbiano intenzione di investire e ancora investire. E così un altro Despar si prepara all'apertura in Corso del Popolo, le catene di discount ingrossano le file con nuovi negozi, mettendo in difficoltà quelli già esistenti e che a fatica cercavano di tirare avanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento