MestreToday

La situazione dei negozi sfitti nel centro di Mestre

In breve, non ci sono grandi segnali positivi. I numeri presentati da Confesercenti sono in linea con la rilevazione precedente e dicono che quasi un'attività su 4 è chiusa. In piazza Ferretto è vuoto il 23% degli spazi a uso commerciale

Piazza Ferretto

Il dato totale dei negozi sfitti nel centro di Mestre a ottobre 2019 è del 22,4%. In linea, più o meno, con le rilevazioni del 2016, 2017, 2018 e del marzo 2019, che hanno mostrato percentuali oscillanti tra il 22,9 e il 23,8. Il commercio nelle vie centrali, in altre parole, non mostra grandi segnali di crescita e soprattutto non mostra di essersi ripreso rispetto ai livelli degli anni pre-crisi. Per capirsi: nel 2012 i locali sfitti nella stessa area erano l'11,2%, saliti al 22,88% nel 2016, dato rimasto praticamente invariato al 2019. Le categorie di attività non sono cambiate molto, anche se si rileva un leggero aumento del numero di bar (+5% negli ultimi 3 anni).

La sfida all'e-commerce

«Rispetto alla rilevazione precedente - ha detto Maurizio Franceschi, direttore di Confesercenti, presentando i dati stamattina - gli sfitti sono rimasti pressoché uguali. Da una parte confidiamo nel progetto del distretto del commercio, per il quale stiamo attendendo la graduatoria della Regione che potrebbe assegnare dei fondi. Dall'altra abbiamo dei segnali significativi sul fatto che i negozianti stiano cercando di fare innovazione, primo fra tutti l'utilizzo della app "Fai centro", che è impiegata da un centinaio di negozi. È un fattore determinante perché solo promuovendo in forma aggregata i servizi (non solo quelli della singola attivitità, ma quelli della città nel suo complesso), il commercio tradizionale potrà dare al consumatore le risposte che cerca e proporsi come alternativa all'e-commerce». Da questo punto di vista un esempio positivo è quello del Miglio digitale, un progetto pilota di digital retail in cui per ora sono coinvolti 20 negozianti.

Quali negozi a Mestre

Ancora qualche dato: in piazza Ferretto al momento si contano 15 locali sfitti, ovvero il 23,1% degli spazi disponibili (che sono 65). Da notare che, di questi 15, un tempo 13 erano adibiti ad abbigliamento: una volta in piazza c'erano 33 negozi di abbigliamento, oggi ne sono rimasti 20. In tutto il centro di Mestre si contano 495 spazi commerciali al piano terra, 188 legati al terziario e 177 spazi sfitti. Le attività commerciali si suddividono così: 135 di abbigliamento (35,9% del totale), in linea con il dato di marzo; 28 alimentari e altrettanti arredamento, seguiti da mercerie, gioielli, profumerie, telefonia, tabaccherie, ottici e farmacie; tra i pubblici esercizi si contano 84 bar e 35 ristoranti, mentre tra i servizi spiccano i parrucchieri che sono 29. Ci sono poi 5 locali che, sebbene non siano adibiti a vendita, sono comunque allestiti e mostrano qualcosa a chi passa davanti. L'area di studio comprende 53 tra vie e piazze, tra cui piazza Ferretto e Barche, via Fapanni, Poerio, Verdi, Mestrina, Olivi, Palazzo, Caneve, Legrenzi, Bruno, Battisti, Carducci, Brenta Vecchia, Circonvallazione, piazzale Candiani, Calle del Sale, piazzale Donatori di Sangue, distretto M9.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I benefici della cyclette, un attrezzo per tornare in forma in poco tempo

  • Il bar di Venezia che riapre con tutti gli impianti a prova di acqua alta

  • Cocaina e 70mila euro in casa: un altro arresto a Chioggia

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Volo dell’Angelo 2020, Venezia è pronta

  • Cardiologie aperte: screening e visite gratuite all'ospedale di Mirano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento