MestreToday

Morto Guido Zordan, architetto e assessore ristrutturò Piazza Ferretto

Il cordoglio di chi gli era vicino: «Un uomo di grande sensibilità culturale che ha lavorato per il bene della città»

Piazza Ferretto, archivio

È morto a 83 anni l'architetto Guido Zordan. Ex assessore all'Urbanistica e docente universitario, noto per la aver ristrutturato piazza Ferretto a Mestre. Nel 1997 il suo progetto aveva dato un volto nuovo all'area. L’inaugurazione avvenne il 29 settembre alla presenza dell’allora presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Una operazione che non raccolse il consenso unanime della popolazione. Anche la scala posta accanto alla Torre dell'orologio in piazza fu opera di Zordan.

Il cordoglio

«Apprendo con grande dispiacere della scomparsa dell'architetto Guido Zordan, persona che ho avuto la fortuna di conoscere e con la quale avevo un rapporto di stima e amicizia. Un uomo di grande sensibilità culturale che ha lavorato per il bene della città. Da amministratore di Venezia ha saputo offrire una visione di città che ha consentito la rigenerazione e la riqualificazione di Mestre e in particolare di piazza Ferretto, regalandoci una bellissima piazza», sono le parole di cordoglio del deputato del Partito Democratico Nicola Pellicani.

Il ricordo

«Mestre, una città che è cambiata grazie al lavoro professionale e amministrativo di Guido Zordan - ricorda Michele Mognato di Articolo Uno -. Le sue capacità e competenze sono state fondamentali per la preziosa trasformazione urbana della nostra città cancellando molti degli scempi urbanistici del passato. Ha visto e tirato fuori prima di molti altri le qualità di Mestre. In molti ricorderanno di lui il lavoro su piazza Ferretto, via Palazzo e la scala della liberata Torre civica di cui, con caparbia tenacia, spiegava il senso e il valore. Voglio ricordare anche  il suo lavoro di amministratore in particolare per il contratto di quartiere di Altobello, uno straordinario progetto di riqualificazione e recupero urbano a cui Guido ha creduto fin dall’inizio, consentendo la trasformazione di un parte di città che a pochi metri da piazza Ferretto era considerata periferia. Grazie Guido - il cordoglio - per il tuo lavoro, per l'impegno e la passione che mi hai trasmesso nel percorso che abbiamo fatto insieme. Un grande abbraccio ai familiari e a Tobia in particolare».


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: altri due al Civile di Venezia. Aggiornamenti

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

  • Coronavirus: «Tutti gli ospedali si preparino»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento