Mestre Today

Tragedia a Mestre: giovane atleta collassa durante la partita di calcio a 5 e perde la vita

E' successo giovedì sera al PalaGramsci. Inutili i tentativi di rianimazione di Marco Giordano, 32 anni. Figura storica del mondo del Futsal locale, decine i messaggi di cordoglio

Il mondo del calcio a 5 veneziano è sotto shock. Tragedia giovedì sera al PalaGramsci di via Mattuglie a Mestre, dove Marco Giordano, 32enne istruttore di educazione fisica nato a Reggio Calabria ma residente da tempo nel Veneziano, ha perso la vita mentre stava disputando un match del campionato di Eccellenza Csi con i suoi M.U.C., squadra mestrina. Era in programma una partita con l’Autoscuola Dalla Mura quando, all'improvviso, Giordano avrebbe accusato un malore mentre si trovava da alcuni minuti in panchina. Un collasso improvviso, senza avvisaglie. Inutili giovedì sera i tentativi di rianimazione da parte dei sanitari del 118, durati a lungo.

IL CORDOGLIO DEI COMPAGNI - "Marco, vicecapitano e anima della squadra, ci ha lasciati facendo ciò che forse più amava, giocare a pallone - scrivono in un messaggio di cordoglio i suoi compagni - Nessuna parola può spiegare il dolore che tutti noi proviamo. Oltre a uno splendido compagno di squadra, ci lascia un amico la cui bontà e generosità mancherà non solo a noi, ma in generale al mondo". Marco Giordano era molto conosciuto in tutto l'ambiente del Futsal. Viene descritto come una persona dal cuore d'oro. Generosa e disponibile. Con una passione smisurata per questo sport. Tanto da essere anche allenatore di alcune squadre giovanili della Asd Real Fenice. Non solo un "mister", ma anche un insegnante di vita. Uno di quelli che tentano di formare "l'uomo" prima che il calciatore. Grande tifoso della Reggina, viste le sue origini, fin da subito il 32enne ha lasciato un grande vuoto in amici e compagni. Aveva insegnato come istruttore supplente di educazione fisica in un paio di istituti scolastici mestrini, ma era sempre attivo con progetti per i giovani e per gli allenamenti. "L'avevo sentito nel pomeriggio - dichiara Giuliano Scattolin, presidente dell'Asd Fenice - siamo una grande famiglia. Stavamo discutendo di come chiudere l'anno sportivo al meglio, sia nei progetti extra-scuola, sia per i campionati. Niente lasciava presagire la tragedia".

L'ASD FENICE - Tutte le partite di questo fine settimana in programma dell'Asd Real Fenice sono state annullate. Troppo pesante il lutto. "Marco era parte attiva e positiva della famiglia Fenice sin dalla fondazione - si legge in un messaggio - Tantissimi i ragazzi che ha allenato e ai quali ha trasmesso la sua passione per il futsal e forti valori sportivi e umani. E' stato uno degli organizzatori del primo riuscitissimo Fenice Venezia Junior Cup, cose della quale andava, giustamente, molto fiero e orgoglioso. Sapere di non poter più rivedere i tuoi occhi sorridenti è straziante e ci devasta il cuore. Con Marco se ne va un importante pezzo di cuore pulsante della famiglia Fenice che non potrà mai essere rimarginato". Innumerevoli le frasi di cordoglio che fin da subito sono comparse sui social network, stringendosi attorno ai famigliari e alla compagna di Marco Giordano. La giusta sintesi arriva ancora dai suoi compagni di squadra del M.U.C.: "Marco, ci mancherai tantissimo e non ti dimenticheremo mai".