MestreToday

Sottosegretario all'Istruzione Doria in città: "Occasione per gli studenti"

Due giorni di incontri per l'esponente del governo a Mestre. "L'obiettivo è fargli conoscere i dubbi e gli ostacoli che i nostri cittadini vivono ogni giorno", ha spiegato l'assessore Ferrazzi

Sarà una due giorni densa di appuntamenti e di significativi incontri quella che il sottosegretario del ministero dell’Istruzione Marco Rossi Doria, su invito dell’assessore comunale alle Politiche educative Andrea Ferrazzi, avrà domani e venerdì nel comune di Venezia. Gli appuntamenti in programma sono stati presentati questa mattina, dallo stesso Ferrazzi, con una conferenza stampa tenutasi al municipio di Mestre.

“Abbiamo scelto un titolo molto significativo – ha spiegato l’assessore – per riassumere questa serie d’incontri: ‘Venezia per la scuola, la scuola per Venezia: un patto per crescere’. L’obiettivo è infatti quello di far incontrare il sottosegretario non solo con gli addetti ai lavori, ma anche con tutti i cittadini che sono giustamente preoccupati per il futuro dell’istruzione in Italia. Il nostro Paese è al penultimo posto, tra quelli dell’Ocse, per gli investimenti in questo settore, dimenticando che la cultura e la ricerca sono il più importante patrimonio di una nazione, la condizione essenziale per poter progredire anche in futuro”.

Il primo appuntamento di Rossi Doria, giovedì pomeriggio, sarà con i sette direttivi provinciali e con quello regionale della Fism, la Federazione Italiana delle Scuole Materne.  “Il rischio di chiusura delle scuole paritarie dell’infanzia – ha ricordato Ferrazzi – che rappresentano il 38% del totale a livello nazionale, e qui nel Veneto sono addirittura al 68%, potrebbe infatti mettere in crisi tutto il sistema pubblico, non in grado di sostituirsi ad esse”.

La giornata di venerdì sarà invece aperta, alle ore 9, dalla visita alle scuole dell’infanzia “Giulio Cesare” e primaria “Pellico”, di via Kolbe, che hanno un primato in ambito comunale: quello di ospitare il maggior numero di bambini immigrati (oltre il 50%). “E’ un’altra realtà – ha sottolineato Ferrazzi – che bisogna ormai affrontare anche a livello pedagogico”.

Alle ore 11, nella sala delle Colonne di Ca’ Giustinian, Rossi Doria si incontrerà con la delegazione degli studenti delle scuole superiori cittadine, che avranno spazio per un “dialogo senza fili”, come è stato definito da Ferrazzi, a 360 gradi. Dopo il pranzo all’istituto alberghiero “Barbarigo”, l’ultimo appuntamento è fissato alle ore 16, al teatro Momo di Mestre, con l’incontro aperto non solo a docenti e personale scolastico, ma anche ai genitori e a tutti i cittadini che hanno a cuore il futuro della nostra scuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

  • Badante si schianta con l'auto: aveva un tasso alcolemico di 3,33

Torna su
VeneziaToday è in caricamento