MestreToday

Lite in centro, brandisce catena e mazza e si scontra con gli agenti: bloccato

Nel pomeriggio di martedì verso le 17 la polizia locale è intervenuta in via Carducci a Mestre. L'uomo è stato rincorso e fermato in via Filzi

Gli oggetti sequestrati

Lite in strada martedì. La segnalazione di un diverbio tra un cittadino di origini magrebine e una persona con problemi di tossicodipenza è giunta nella giornata di martedì alle radiomobili della polizia locale di Mestre. All'arrivo delle pattuglie, l'uomo, un tunisino di 41 anni, si sarebbe sbarazzato di una catena e di una mazza di legno che avrebbe brandito in precedenza contro i suoi interlocutori, prima di scappare di corsa.

La fuga

A quel punto è scattato l'inseguimento: sul posto sono intervenuti i rinforzi e la zona è stata battuta palmo a palmo. Dopo circa un'ora, il fuggitivo è stato individuato vicino a piazzetta Battisti e bloccato in via Filzi. Gli agenti l'hanno subito riconosciuto: si trattava di A.B.J., più volte identificato per i suoi comportamenti violenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La colluttazione

Il 41enne ha cercato di sottrarsi al controllo con violenza e per questo motivo, dopo una colluttazione con gli uomini in divisa, è stato ammanettato. La mazza e la catena, invece, sono state ssequestrate. Non erano comunque gli unici oggetti atti ad offendere che l'uomo possedeva: dalla perquisizione è spuntato anche uno scudiscio in legno e cuoio, anch'esso requisito. Portato nella sede del servizio sicurezza urbana della polizia locale, dopo gli accertamenti e il prelievo delle impronte, il 41enne è stato denunciato per resistenza e minaccia aggravata a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento