MestreToday

Nuovo piano per l'ex emeroteca di Mestre: archivio dei libri del Correr e sala lettura

L'idea è stata annunciata dal sindaco Brugnaro, che sta studiano il piano assieme alla Fondazione Musei civici. Le gare per l'affidamento a privati non avevano avuto successo

Spostare l'archivio dei volumi antichi conservati nella biblioteca del Correr (piazza San Marco, Venezia) all'ex emeroteca di via Poerio, nel centro di Mestre: ad annunciare l'idea è stato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che ha spiegato il piano in fase di studio da parte dell'amministrazione assieme alla Fondazione Musei civici. «Al Correr ci sono dei volumi antichi che vanno spostati per esigenze di tutela, oltre che per la necessità di ristrutturare le stanze - ha detto -. Abbiamo pensato, anziché affittare un magazzino, di trasferire questo archivio a Mestre, dove l'ex emeroteca potrebbe tornare a essere un luogo di incontro e di cultura».

Archivi e sala lettura

L'edificio di via Poerio, nonostante la posizione centrale, è abbandonato da tempo. Gli ultimi tentativi di rimetterlo in funzione erano andati male: le gare di affidamento dell'immobile non avevano destato alcun interesse nel target previsto, ovvero soggetti privati. Questa, secondo il sindaco, potrebbe essere l'occasione per restituire uno spazio importante alla città: «Vorremmo mettere i volumi al secondo e al terzo piano - ha spiegato -, mentre al piano terra pensiamo ad una caffetteria e a un luogo per la lettura di giornali, assieme a schermi per la visualizzazione dell'archivio fotografico Giacomelli».

Ristrutturazione al Correr

MuVe ha spiegato che il progetto di apertura del nuovo spazio di Mestre risponde alla necessità della messa in sicurezza degli spazi di piazza San Marco (serviranno circa 1,5 milioni di euro per lavori improcrastinabili di adeguamento impiantistico e funzionale) e alla volontà di agevolare e ampliare le opportunità di consultazione. «Il risultato sarà la diversificazione e non la riduzione di un servizio - si legge in una nota della Fondazione -. Il patrimonio librario indissolubilmente legato alle collezioni del lascito Correr resterà tale, non essendo oggetto di alcun trasferimento, e l'unità culturale sarà preservata. La nuova sede sarà destinata alla custodia di materiali, in via di definizione, che resteranno sempre comunque disponibili anche a chi ne faccia richiesta nella biblioteca Correr, come accade normalmente per tutte le biblioteche comunicanti e come è ancora più ovvio per sedi che hanno gestione e modalità di accesso analoghe».

Polo culturale a Mestre

È ancora presto per parlare di tempi. «Stiamo facendo i calcoli dei costi - ha concluso Brugnaro -. Vedremo, con la Fondazione dei musei ci sono degli utili che potrebbero essere impiegati. L'intenzione è fare in modo che l'emeroteca torni a essere ciò che era una volta. Così l'edificio potrebbe inserirsi in un polo della conoscenza nel centro di Mestre, assieme a M9 e centro Candiani».

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

  • Il Cibo del Risveglio: il convegno nazionale su come vivere fino a 120 anni

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

  • Una coltivazione di cannabis individuata dall'elicottero a Sant'Erasmo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento