MestreToday

Derubano due donne a bordo del treno, ma ormai la polfer li conosce: denunciati

Una coppia di ladruncoli di 49 anni sono finiti nei guai mercoledì in stazione a Mestre. Con loro avevano i soldi e la macchina fotografica delle donne, ripulite mentre stavano dormendo

La notte precedente c'era stato un furto, e loro sono conosciuti come L.O.F. (ladri operanti in ferrovia). Di fronte a questa etichetta hanno potuto poco, perché gli agenti della polfer, venuti a conoscenza che due passeggere di nazionalità ceca erano state ripulite di soldi, macchina fotografica e due carte di credito mentre dormivano su un vagone di un treno, hanno concentrato subito la propria attenzione su di loro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mercoledì A.N. e M.A., entrambi di 49 anni, sono stati denunciati per il possesso di arnesi da scasso in grado di aprire gli scompartimenti e per furto, dopo che negli uffici della polfer della stazione di Mestre sono stati costretti a tirare fuori dalle tasche la refurtiva della razzia precedente. Con sé avevano soldi sia in euro che in valuta ceca e la macchina fotografica. Nessun dubbio su chi fossero le legittime proprietarie. Per i due, con precedenti specifici, inevitabile una segnalazione all'autorità giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Coldiretti Venezia: si raccolgono adesioni per il lavoro in campagna

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento