MestreToday

Tra i palazzi con gli attrezzi da scasso, due donne denunciate

Una di loro era stata arrestata già l'anno scorso. Sono state fermate a Mestre

Due donne di etnia rom, una 31enne bosniaca in avanzato stato di gravidanza e una 23enne croata, sono state denunciate dopo essere state sorprese aggirarsi tra le case con arnesi da scasso. Erano state avvistate martedì pomeriggio in via Cappuccina a Mestre mentre tentavano di entrare in alcuni palazzi. Dopo averle tenute d'occhio, gli agenti della polizia locale hanno deciso di fermarle, scoprendo che con loro avevano una pinza (nascosta nel reggiseno), due cacciaviti e una plastica rigida (che serve per forzare le serrature).

Entrambe con precedenti per furti in abitazione in diverse città del nord Italia, la 31enne era stata scarcerata da Venezia a marzo dello scorso anno. In occasione di quell'arresto era stata fermata sempre dalla polizia locale a Mestre. Tutte e due sono state denunciate e gli arnesi da scasso sequestrati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento