MestreToday

Danni per il maltempo, giù pezzi di intonaco dall'edificio Ater

Vigili del fuoco a Favaro per rimuovere i pezzi in pietra. Nessun ferito. L'azienda: «Bandita gara per i lavori. Ideale un cappotto di isolamento termico. Ma per ora non ci sono fondi, neppure europei»

Via Monte Prabello Favaro, Google Maps

Giù alcune parti in pietra di un cornicione, a causa del maltempo dello scorso fine settimana, e i vigili del fuoco intervengono nel complesso residenziale dell'Ater in via Monte Prabello a Favaro, per rimuovere i pezzi. Nessun ferito. È accaduto lunedì mattina. Il forte vento ha messo a dura prova tegole e cornicioni degli edifici più antichi, pubblici e privati, a Venezia. Gli stabili in questione risalgono agli anni ‘70, come buona parte del patrimonio immobiliare dell’Ater, e i problemi di degrado sono quindi ricorrenti. L’Ater si è recata in sopralluogo e ha fatto sapere che provvederà con propri operatori e risorse economiche alla rimozione del calcestruzzo malmesso.

Il bando e l'incontro

Fissato un incontro tra il rappresentante degli inquilini dello stabile e il presidente dell’Ater, Raffaele Speranzon, per avere un quadro preciso delle necessità manutentive degli edifici. «Vista la situazione - scrive Ater - sarà anche bandita una gara per effettuare i ripristini necessari. La soluzione migliore per gli immobili sarebbe intervenire con un cappotto di isolamento termico, ma per farlo sarebbero necessari ingenti finanziamenti che in questo momento non ci sono, visto il gran numero di immobili vetusti. Ater Venezia si adopera anche per partecipare e ottenere fondi europei per la ristrutturazione. Già nel 2015 aveva fatto richiesta di finanziamenti europei per la manutenzione straordinaria degli edifici in questione, ma il contributo non è stato assegnato».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fondi

«Con i fondi a disposizione - conclude l'azienda - è possibile un po’ alla volta intervenire con lavori mirati. Si è da poco conclusa una messa in sicurezza dello stesso tipo a Sacca Fisola, su tutti i fabbricati di proprietà dell’Ater di Venezia, grazie ad un lavoro preventivo e di verifiche e monitoraggio che prosegue su tutto il territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

Torna su
VeneziaToday è in caricamento