MestreToday

Posato il ponte sul canale Dosa: fa parte della ciclabile tra Favaro e Dese

L'opera servirà a mettere in sicurezza i ciclisti in transito lungo via Altinia

Nuovo tassello nei lavori di realizzazione della nuova pista ciclabile di via Altinia, che collegherà in sicurezza Favaro a Dese. Questa mattina è stata posata la passerella ciclopedonale di scavalco del canale scolmatore Dosa, un manufatto in legno lamellare lungo 14 metri e largo 3. La ciclovia, che sarà completata entro novembre, partirà dal parcheggio scambiatore all'ingresso nord di Favaro per arrivare, lungo via Altinia, fino all'asilo parrocchiale di Dese; sarà lunga poco più di 2 chilometri, con larghezza variabile tra i 2,5 e i 3 metri. Il costo dell'opera, affidata alla ditta Ecis, è di 1.580.000 euro, ripartito tra Comune di Venezia (800.000), Città Metropolitana (600.000) e Regione Veneto (180.000). Alla posa di stamane erano presenti gli assessori comunali alla Mobilità, Renato Boraso, e ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Non ho capito.... il ponticello costa 1 milione e mezzo ??

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Banksy è stato a Venezia: il video pubblicato su Instagram

  • Economia

    Istruzione, viabilità, rifiuti: a Venezia spesa alta ma efficiente, i dati dell'osservatorio

  • Mestre

    Un chilo di eroina in macchina: era il carico della settimana

  • Cronaca

    Autonoleggio in aeroporto: in una ditta in appalto spunta il lavoro nero

I più letti della settimana

  • Acqua e limone a digiuno la mattina: verità o falso mito?

  • Pugni e sassi contro due giovani: pitbull difende i padroni e azzanna gli aggressori

  • Ciclista investito, elitrasportato in gravi condizioni dopo l'impatto a terra

  • Maltempo: la mareggiata cancella la spiaggia a Eraclea, danni anche a Caorle

  • Denti perfetti: tutte le regole da seguire per una corretta igiene orale

  • Presunta violenza sessuale in discoteca, una ragazza all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento