MestreToday

Rintracciato negli uffici della municipalità, spacciatore finisce in carcere

L'uomo, un tunisino 35enne, è stato condannato dal tribunale di Venezia per fatti risalenti al 2018. Per lui anche una multa di 4mila euro

Già condannato per spaccio di stupefacenti, il tribunale di Venezia gli aveva imposto di scontare una pena di 2 anni di reclusione. Ora per S.F.D., 35enne cittadino tunisino, in Italia da irregolare, si sono aperte le porte del carcere lagunare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrestato spacciatore Favaro

I militari dell'Arma di Favaro Veneto lo hanno rintracciato negli uffici della municipalità, dove si era recato per presentare una pratica amministrativa. Arrestato, è stato prima condotto negli uffici della locale stazione per effettuare gli accertamenti del caso, poi è stato condotto a Santa Maria Maggiore. Già condannato con pena sospesa, allo spacciatore è stata fatale l'ultima condanna in termini temporali, per un episodio di spaccio risalente al 2018. Oltre a due anni di pena da scontare, il 35enne dovrà pagare una sanzione di 4mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e Veneto

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento