MestreToday

Task force anti-degrado a Mestre: bici e droga recuperati, pusher preso per l'ottava volta

Avanti tutta con le operazioni della polizia municipale in terraferma: controlli davanti alla stazione, in via Dante e al parco Bissuola. Determinante il fiuto del cane antidroga Kuma

Uomini in divisa nelle zone di Mestre più interessate da spaccio e "cattive frequentazioni": continua l'azione preventiva e repressiva della task force antidegrado della polizia municipale del Comune di Venezia, in azione anche martedì mattina con tre radiomobili dei servizi sicurezza urbana, coordinamento terraferma e reparto motorizzato. Alle operazioni ha partecipato anche personale in abiti civili del nucleo di polizia giudiziaria del Corpo. I pattugliamenti si sono conclusi con un arresto e diversi sequestri.

Il primo blitz è avvenuto in via Monte San Michele, dove, nascoste sotto i cassonetti, sono state recuperate alcune dosi di marijuana. In zona è stato trovato anche un coltello a serramanico, evidentemente abbandonato da qualche pusher fuggito poco prima. Per un uomo sorpreso in possesso di una modica quantità di droga è scattata la segnalazione alla prefettura.

Gli agenti sono quindi passati al sottopasso ciclopedonale tra via Dante e Marghera e all'ex falegnameria Rosso in via Giustizia. Qui sono state ritrovate due biciclette rubate. All'interno della struttura, invece, si trovavano due magrebini clandestini sul territorio dello Stato che avevano pernottato nello stabile abbandonato: sono stati sottoposti a fermo di identificazione e fotosegnalati dattiloscopicamente al comando della polizia locale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non poteva mancare, infine, il parco Bissuola: nell'area verde gli uomini in divisa hanno arrestato per il reato di spaccio continuato di droga un venticinquenne del Gambia, colto in flagranza dopo aver ceduto alcune dosi di marijuana a due giovani. Lo stesso personaggio aveva nascosto altro stupefacente all'interno del manufatto "2C", dietro al centro civico. Il giovane aveva già accumulato in precedenza la bellezza di sette tra arresti e denunce a piede libero eseguiti dal nucleo di polizia giudiziaria della polizia locale. Grazie al fiuto di Kuma gli agenti hanno trovato un altro etto e mezzo di marijuana seppellito in varie zone del parco, oltre ad un bilancino di precisione utilizzato per pesare le dosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento