MestreToday

Uomini che picchiano le donne: un altro caso a Mestre. Moglie e figlia al pronto soccorso

Una 58enne lunedì sera è stata colpita al volto dal marito in una casa di via Altobello. Per le urla è stata chiamata la polizia. Anche la figlia ha chiesto di essere visitata all'Angelo

Non ha avuto remore nel picchiare la moglie mentre era presente anche la figlia. Al punto che entrambe hanno avuto bisogno di ricorrere alle cure del pronto soccorso. L'una per le contusioni riportate, l'altra per il profondo stato di agitazione che la scena le ha causato. Si allunga l'elenco di donne che hanno raggiunto l'ospedale dell'Angelo a causa di esplosioni di violenza altrui, il più delle volte di uomini che tentano in questo modo di imporre la propria "superiorità". 

L'ultimo episodio del genere si è verificato nella tarda serata di lunedì in un appartamento di via Altobello. Sono circa le 23.30 quando i vicini, preoccupati, contattano la centrale operativa della questura chiedendo di intervenire per delle urla che provengono da una vicina abitazione. Le richieste sarebbero state più d'una. Le volanti raggiungono l'appartamentoe identificano i litiganti: si tratta di due coniugi di nazionalità romena, 55 anni lui e 58 lei. A un certo punto, al culmine di una lite scoppiata per motivi di convivenza, il marito è passato dalle minacce ai fatti. Sferrando alcuni colpi proibiti al volto della sua interlocutrice. Il tutto mentre in casa era presente anche la figlia 27enne della coppia, rimasta molto colpita da quanto avvenuto. Entrambe le donne sono state accompagnate al pronto soccorso, dove sono state sottoposte alle cure del caso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo pochi giorni fa è stata una 38enne a essere malmenata dal suo ex fidanzato nell'abitazione di lei. A essere picchiato anche il nuovo fidanzato della donna. Entrambi hanno raggiunto il pronto soccorso dell'Angelo, e sul posto, in via Mion a Mestre, sono intervenute sempre le volanti della polizia. Copione simile anche 24 ore più tardi, quando una ragazza è stata picchiata (per fortuna causando traumi lievi) alla fermata del tram in via San Donà da un'altra giovane. La "scintilla" che ha fatto scattare la violenza con ogni probabilità l'uomo con cui si accompagnava la vittima (DETTAGLI). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Coronavirus, i dati aggiornati del 26 marzo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento