MestreToday

Parchi e immobili abbandonati al setaccio: pusher preso con la droga nel vaso di Nutella

Lunedì sera una decina di pattuglie "sguinzagliate" in tutto il territorio mestrino. Espulsi e denunciati. A Chirignago un 45enne siciliano arrestato per spaccio e banconote false

Come si suol dire "preso con le mani nella marmellata". O meglio, in questo caso un pusher 45enne di origini siciliane è stato sorpreso con le mani nella Nutella. E' lì che nascondeva la droga. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Spinea lunedì sera all'interno di un immobile abbandonato situato in via Miranese, nel territorio di Chirignago. Aveva con sé anche numerose banconote false, tanto che una successiva perquisizione nell'abitazione della compagna martedì mattina ha permesso di recuperarne ulteriori per un valore totale di 500 euro.

Si tratta solo di uno dei risultati principali raggiunti durante un controllo coordinato dei carabinieri nel territorio mestrino: al setaccio i parchi e i luoghi abbandonati dove si può annidare lo spaccio e il degrado, anche sulla base delle segnalazioni dei cittadini. Senza dimenticare la zona della stazione ferroviaria. Sono state almeno 10 le pattuglie che a partire da lunedì sera sono state impegnate in un servizio di controllo coordinato del territorio: tra la compagnia di Mestre, gli uomini del battaglione "Veneto" e l'unità cinofila del nucleo carabinieri di Torreglia, personale in borghese del nucleo investigativo, sono stati effettuati controlli e sopralluoghi soprattutto nel quartiere Piave. 

Numerose le persone identificate, che hanno permesso l'individuazione di un giovane tunisino, S.B., 24 anni, irregolare sul territorio nazionale e per questo motivo denunciato. E' stato avviato l'iter per l'espulsione: al giovane è stato notificato l'ordine di comparizione all'ufficio Immigrazione della sede della questura di via Nicolodi a Marghera. Un 27enne campano, residente nella terraferma veneziana, è stato invece trovato in possesso senza giustificato motivo di una cesoia con lama lunga 22 centimetri. Lo strumento gli è stato sequestrato, mentre per lui è scattata una denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Risultati non sono mancati nemmeno sul fronte degli stupefacenti: il fiuto del pastore tedesco Cyr ha permesso di trovare e sequestrare 117 grammi di marijuana e 11 grammi di hashish, droga suddivisa in piccole dosi e nascosta tra la vegetazione del parco della Bissuola. Durante i controlli, come detto, i carabinieri della stazione di Spinea hanno anche arrestato per spaccio e spendita di moneta falsa un 45enne di origini siciliane, G.M.: è stato trovato all'interno di un casolare abbandonato in via Miranese, nel territorio di Chirignago, in possesso non solo di 80 grammi di hashish e 5 di marijuana (nascosti in un vasetto di nutella), ma anche di 19 banconote da 20 euro contraffatte. Per lui sono scattate le manette in attesa dela direttissima di martedì. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento