MestreToday

Dispiegamento di forze in città e nei parchi: denunce e espulsioni

Polizia, carabinieri e vigili in azione tra Mestre e Marghera mercoledì pomeriggio: 146 persone identificate, verifiche anche negli esercizi pubblici

Terraferma al setaccio: nel pomeriggio di mercoledì il questore di Venezia ha disposto e coordinato un servizio interforze nelle municipalità di Mestre e Marghera, diretto soprattutto a contrastare le situazioni di spaccio e microcriminalità. Quarantadue le unità impiegate, in divisa ed in abiti civili, appartenenti a polizia di Stato (commissariati di Mestre e Marghera, polizia scientifica, divisione polizia amministrativa, sociale e dell’immigrazione, polizia ferroviaria, e 2 unità cinofile specializzate nella ricerca di sostanze stupefacenti), arma dei carabinieri (compagnia di Venezia), guardia di finanza (sezioni territoriali di Mestre, sezioni territoriali del centro storico e pronto intervento, nonché un’unità cinofila) e polizia municipale di Mestre.

La direzione del servizio è stata affidata al primo dirigente della polizia di Stato, Barbara Rigo. Il dispositivo ha operato, in particolare, nelle zone sensibili dell’area interessata: il quartiere Piave a Mestre, via Rielta, via Po, piazzale Bainsizza, giardini via Tasso, parco Piraghetto, Parco Albanese, via Tevere via Motta, via Casona, e tutta la periferia nord est di Mestre, le aree verdi dell’intero comprensorio e la zona commerciale di Marghera, oltre al parco Emmer.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel dettaglio, ecco i risultati ottenuti: 146 persone identificate, delle quali 61 di nazionalità extracomunitaria; denunce in stato di libertà a 4 persone, di cui 3 cittadini romeni per inottemperanza al foglio di via obbligatorio, e un kosovaro per inottemperanza all’ordine di lasciare il territorio nazionale; 5 segnalati all'autorità amministrativa, di cui 4 in quanto facchini abusivi e uno per uso personale di sostanza stupefacente; quattro espulsi, di cui un kosovaro e tre tunisini; quattro esercizi pubblici controllati, tra cui un’agenzia scommesse, due sale giochi e una sala bingo; sequestro di sostanza stupefacente per un totale di 147,25 grammi, di cui 94,2 hashish e 53,35 marijuana; due contravvenzioni ai sensi del codici della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento