MestreToday

Ruba profumi costosi: ladro bloccato da passanti e carabinieri

È successo nel weekend. I militari nel fine settimana hanno sequestrato patenti e veicoli di 3 automobilisti sorpresi con livelli di alcol nel sangue oltre i limiti

Controlli dei carabinieri nel weekend

Ha approfittato dell'orario di chiusura e della distrazione della commessa per arraffare due profumi costosi in un negozio di via Olivi a Mestre e scappare con la refurtiva. Un tentativo piuttosto goffo quello di un pregiudicato italiano di 38 anni, residente a Musile di Piave. Per lui è scattata la denuncia all'autorità giudiziaria.

Il furto

A bloccare il ladro sono stati alcuni passanti, allertati dalla commessa, che si era accorta in ritardo del furto. Sono stati poi i carabinieri allertati poco dopo ad occuparsi della faccenda, restituendo la merce rubata, per un valore di 250 euro. L'uomo, poi denunciato, è stato trovato in possesso dai militari dell'Arma dei ferri del mestiere: una tenaglia di medie dimensioni e un paio di forbici di piccole dimensioni, che nascondeva al di sotto agli indumenti. Pochi chilometri più in là, i carabinieri hanno denunciato un altro ladro a Mira. Insieme ad un complice, non ancora identificato, aveva cercato di rubare il motore di un'imbarcazione senza successo. I loro movimenti sospetti, infatti, sono stati notati da una pattuglia dei carabinieri, che transitava in zona proprio in quel momento.

Guida in stato di ebbrezza

Il weekend è stato intenso anche sul fronte etilometri. Il Norm di Mestre, infatti, ha fermato e denunciato tre persone sorprese alla guida con i livelli di alcol superiori a quanto consentito dalla legge. Per tutti gli automobilisti sono scattati il ritiro della patente e il sequestro dei veicoli. Un altro uomo, invece, un 40enne, è stato trovato alla guida in possesso di un coltello non consentito, poi sottoposto a sequestro. Cinque tutto, poi, le persone segnalate al prefetto come consumatori di stupefacente: nello specifico una ragazza romena, due cittadini tunisini e uno russo sono stati sorpresi in uno stabile abbandonato di Marghera in possesso di alcune dosi di eroina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento