MestreToday

Comprano l'Audi usata, la fanno intestare a uno straniero e fuggono senza pagare: presi

È lo stratagemma ideato da due trevigiani, fratello e sorella, d'accordo con un marocchino. Si erano dati appuntamento con il venditore a Mestre. Bloccati dalla polizia a Villabona

La polizia ha denunciato lunedì tre persone ritenute colpevoli del reato di insolvenza fraudolenta in concorso. Tutto ha inizio qualche giorno fa, quando due fratelli della provincia di Treviso prendono contatti con il proprietario di una Audi A4, intenzionato a vendere l'auto. Concordato il prezzo, si danno appuntamento nel pomeriggio di lunedì in un'agenzia di pratiche automobilistiche in via Ca' Rossa, a Mestre: qui i presunti acquirenti si presentano con una terza persona, un uomo straniero, chiedendo che la macchina venga intestata a lui. Portate a termine le procedure burocratiche, accade l'imprevisto: i tre salgono velocemente a bordo della macchina e pigiano sull'acceleratore, fuggendo via senza aver pagato un euro al venditore.

Inseguimento in tangenziale

Subito viene allertata la polizia: gli uomini del reparto prevenzione crimine di Padova (a disposizione della questura di Venezia) si dirigono, su indicazioni della sala operativa, verso la tangenziale di Mestre, in direzione di Padova, alla ricerca dell’auto rubata. La corsa dei fuggitivi dura poco: vengono intercettati e bloccati all’altezza della barriera autostradale di Villabona, inchiodati dal sistema di lettura automatica delle targhe dei veicoli impiegato dalle pattuglie. All'interno del veicolo vengono identificati i truffatori: alla guida T.A. marocchino di 35 anni; con lui due trevigiani, fratello e sorella: F.M., di 41 anni, e F.S., di 47. I tre vengono condotti in questura per gli accertamenti di rito e quindi denunciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • L'acqua alta cancella anche la musica, sommersa la biblioteca del Conservatorio Benedetto Marcello

  • Cocaina fuori dal locale e in casa: coppia in manette a Mirano

  • Giovani investiti da un treno mentre camminano lungo i binari: lui grave

Torna su
VeneziaToday è in caricamento