homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Mestre Today

Venezia come New York? Residenti in trincea contro il sesso per strada

In via Piave a Mestre scene poco "edificanti" con prostitute che consumano rapporti negli androni. Nella Grande Mela proteste per i parcheggi "presi d'assalto" da chi vuole appartarsi

Venezia come New York? Di certo due realtà differenti. Ma un problema in comune ce l'hanno:  il sesso in strada. O negli androni dei palazzi, nelle corti interne, nei parcheggi. Ben conosciuta la situazione in cui versa via Piave, e strade limitrofe, a Mestre. Un po' come per la Riviera del Brenta, dove piuttosto di "offrirsi" sulla pubblica via le prostitute, anche per un'innegabile recrudescenza dei controlli, preferiscono chiudersi in appartamenti in affitto (frequenti i casi di sequestro da parte dei militari dell'Arma della tenenza di Dolo in questo periodo), anche a Mestre le lucciole si nascondono come possono.

 

E i residenti, come i "cugini" statunitensi, non ne possono più, esasperati dalle scene che puntualmente si verificano al calar del sole, quando si possono vedere rapporti sessuali consumati a pochi passi dalla strada, nei sottoscala, negli androni dei palazzi dove il portoncino rimane socchiuso o nei giardinetti condominiali. Scene poco edificanti soprattutto per i bambini e per i "ricordini" che si trovano all'alba del giorno seguente. A terra ciò che rimane dei "servizi notturni". E sono molti i veneziani, soprattutto over 60, a fregarsene delle conseguenze negative di ciò che stanno facendo.

Se Venezia piange, New York non ride. In terra lagunare la crociata è contro il "sesso negli androni", nella Grande Mela si combatte contro il "sesso nei parcheggi". Gli abitanti di Midtown, sulle barricate al pari dei "colleghi" mestrini, si lamentano delle troppe macchine che affollano la notte i parcheggi di alcuni locali molto frequentati della zona. Scene poco edificanti anche qui, con rumori, droga, sporcizia ogni giorno. E preservativi usati sui marciapiedi. L'esasperazione è la stessa, vedremo se i modi di risolvere la situazione coincideranno.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Ricoverata per meningite una donna che lavora nel Veneziano: in Rianimazione

    • Cronaca

      Picchiano i ragazzini, poi i carabinieri a Dolo: due scalmanati in manette, quattro feriti

    • Cronaca

      Sospetto simpatizzante dell'Isis espulso appena arrivato all'aeroporto di Venezia

    • Mestre

      "Mio padre ha affrontato il ladro e gli ha scaraventato in testa la bicicletta"

    I più letti della settimana

    • "Manolesta" scoperta a rubare sull'autobus, scatta il parapiglia con i passeggeri: presa

    • Intima ai pusher di spostarsi da casa sua: viene aggredito e malmenato

    • "Mio padre ha affrontato il ladro e gli ha scaraventato in testa la bicicletta"

    • Si pubblicizzavano online, ma quegli appartamenti non avevano i permessi

    • In due tentano di forzare un parcometro: un passante li vede e li fa fermare

    • "Noi, prigionieri del passaggio a livello di via Giustizia. Servono soluzioni urgenti"

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento