MestreToday

Mestre: bambina si rifiuta di tornare con papà, tensione davanti alla scuola

E' dovuta intervenire la polizia martedì davanti all'istituto Giulio Cesare di via Cappuccina. Il padre, in affidamento condiviso, cercava di recuperare la figlia bloccato da una professoressa

La bambina esce da scuola alle 13 e, al posto di trovarsi di fronte come al solito la mamma, si trova davanti il papà. Non una cosa anormale. I due genitori sono separati, ma hanno ottenuto l'affidamento condiviso. L'uomo non stava commettendo nessun reato nello stare nel piazzale antistante la scuola media "Giulio Cesare" di via Cappuccina a Mestre, stava semplicemente aspettando la propria figlia di undici anni. Probabilmente destabilizzata da quel fuori programma, la piccola ha rifiutato di salire in auto con il genitore, facendo dietrofront e correndo dentro all'istituto scolastico.

Una scena vista da una professoressa, tra l'altro non un'insegnante della bambina, che, forse con ancora le immagini davanti agli occhi del ragazzino conteso di Cittadella, si è "messa in mezzo". Impedendo quindi all'uomo di raggiungere la figlia. Sarebbero volate parole grosse. Da una parte il genitore che ha tutto il diritto di andare a recuperare l'undicenne, e che non vede il motivo di essere fermato, dall'altra la professoressa, che vuole vederci chiaro.

Si respirano momenti di tensione. Tanto che poi l'insegnante chiama la polizia. Intervengono tre volanti, che tentano di riportare alla ragione i due ltiganti. La notizia di quanto stava accadendo arriva alle orecchie anche del preside dell'istituto, che si scapicolla in via Cappuccina 68, e alla madre della bimba. Alla fine prevale il buon senso: la piccola, scossa per quanto accaduto, è tornata a casa accompagnata da entrambi i genitori. E il fantasma di Cittadella ha smesso di volare sopra la scuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto si è risvegliato dal coma. Una perizia chiarirà le cause dell'incidente

  • Si è spento il sorriso più bello: Caorle stretta nel dolore per la morte di Juri

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

  • C'è un nuovo ristorante con due stelle Michelin a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento