MestreToday

Denuncia tre baby ladri in azione, due ore dopo viene picchiato a sangue

Due episodi in poche ore a Mestre in cui sono coinvolti giovani, anche minorenni. Ancora da chiarire se ci sia un collegamento

Ha sorpreso tre giovani a tentare di rubare un monopattino elettrico e ha chiamato la polizia municipale, che li ha fermati. Qualche ora dopo, si è ritrovato accerchiato da altri ragazzi che lo hanno picchiato ed è finito all'ospedale. Potrebbe trattarsi di una coincidenza, ma non è escluso che sia un regolamento di conti quello che ha visto come vittima un 18enne che martedì pomeriggio è stato aggredito nei pressi del centro commerciale Le Barche, a Mestre. 

Il furto

Tutto, però, è cominciato verso le 16.30, quando la polizia locale ha ricevuto una segnalazione da parte del 18enne che si trovava insieme a un amico. Il ragazzo ha informato i vigili che tre ladruncoli stavano cercando di rubare un pattino parcheggiato in via Poerio. Giunte sul posto, tre pattuglie della sezione di sicurezza urbana della polizia locale hanno accerchiato i giovani sorprendendoli mentre ancora cercavano di tagliare il lucchetto del monopattino. Per due di loro, un 18enne e un 17enne, è scattato l’arresto per tentato furto pluriaggravato. Il terzo componente della banda, di 14 anni, è stato invece denunciato. I tre erano già noti alle forze dell’ordine per precedenti episodi legati a reati contro il patrimonio e si ritiene che possano essere membri delle baby gang che in questi mesi sono state protagoniste di diversi episodi di violenza. 

Il pestaggio

I tre sono stati portati in comando mentre il 18enne che aveva lanciato l'allarme se n'è andato. Due ore pù tardi, è stato accerchiato in piazza Barche e malmenato da un gruppo di coetanei. E' stato preso a pugni fino all'arrivo delle volanti della polizia, che hanno riportato la situazione alla normalità. Il ragazzo è stato accompagnato al pronto soccorso (non è in gravi condizioni) mentre la polizia ha avviato le indagini per ricostruire l'episodio. In serata erano ancora in corso gli approfondimenti. E' possibile che gli aggressori conoscessero i tre ladruncoli finiti nei guai qualche ora prima e che volessero in qualche modo vendicarli, ma questo saranno solo le successive indagini eventualmente a confermarlo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento