MestreToday

Parrocchia multata per campane rumorose, l'Udc: "Storia paradossale"

Il capogruppo dell'Unione di Centro in Consiglio comunale Venturini: "L'Arpav abbia lo stesso zelo in altri ambiti. Le campane sono parte della nostra cultura, non possono essere fatte tacere"

Fa scalpore la decisione dell'Arpav di multare la parrocchia di San Pietro Orseolo di Mestre per le campane "troppo rumorose". La sanzione, infatti, è stata comminata per lo sforamento del limite di decibel consentito dalla legge. "E' una vicenda paradossale - commenta il capogruppo dell'Udc in Consiglio comunale Simone Venturini - al limite del ridicolo".

L'esponente dell'Unione di Centro si appella al buon senso: "Probabilmente la procedura seguita dall'Arpav è inattaccabile - spiega - invitiamo però i vertici dell'agenzia regionale a impiegare lo stesso zelo per rilevare il superamento dei limiti acustici in tutti gli ambiti della città, spesso causati dal traffico, da esercizi commerciali, da concerti e da strutture a ridosso di quartieri abitati".

Questa storia chiama in causa il Piano acustico del Comune, da rivedere o comunque da aggiornare. "E' evidente che ci sono lacune normative da affrontare - conclude Venturini - Ci impregneremo affinché tutti i soggetti competenti, Comune compreso, intervengano per trovare un rimedio. Le campane sono parte integrante della nostra cultura e della nostra storia, non possono essere messe a tacere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

  • Badante si schianta con l'auto: aveva un tasso alcolemico di 3,33

Torna su
VeneziaToday è in caricamento