MestreToday

Due persone prese a Mestre e incarcerate, uno è il rapinatore seriale di Mirano

Doppia operazione dei carabinieri. In carcere il giovane che a marzo 2018 aveva minacciato diversi commercianti con un taglierino

Due persone sono state raggiunte e portate in carcere dai carabinieri di Mestre nelle ultime ore. A Favaro è stato catturato Chakir Akram, 28enne di origine marocchina che nel marzo 2018 aveva commesso in pochi giorni una serie di rapine a esercizi commerciali di Mirano e dintorni, minacciando i titolari: alla "Commerciale turismo" di Vetrego e all'osteria Da Gemma in via Porara (più un tentativo sventato in un panificio, sempre a Vetrego); e poi due furti aggravati in un bar di Spinea e in un negozio di Fiesso. Condannato in via definitiva, il 28enne è stato condotto al carcere di Venezia, dove lo aspettano 3 anni e due mesi di reclusione.

L'altro (S.S., 49enne nigeriano residente in città) è stato bloccato a Mestre. Deve invece scontare un cumulo di pene per un totale di 3 anni di reclusione, oltre a 7500 euro di multa. A suo carico ci sono condanne per spaccio di droga e violazione delle norme sull'immigrazione, reati commessi tra il 2011 e il 2014, con conseguente ordinanza di carcerazione emessa dal tribunale di Venezia.

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

  • Il Cibo del Risveglio: il convegno nazionale su come vivere fino a 120 anni

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

  • Una coltivazione di cannabis individuata dall'elicottero a Sant'Erasmo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento