MestreToday

Bypass di Campalto, inaugurazione di via Gobbi forse a luglio

Baglioni: «Il dosso sulla strada è ancora là, i disguidi restano, dare tempi certi». Bellato: «Dal 2016 denunciamo i disagi». Boraso: «Tutta l'area va sistemata»

Via Gobbi a Campalto, foto archivio dei lavori del 2018

Lavori sulle strade e disguidi per gli abitanti forse mai sono andati avanti tanto come nella zona di via Gobbi, tra Favaro e Campalto. Del bypass si torna a parlare, come è stato fatto dall'inizio dei lavori sulla strada nel 2016, perché sembra che tra il 9 e il 22 luglio ci possa essere l'inaugurazione della strada. Nulla di ufficiale. «Il dosso che si è creato è ancora là (in origine la strada era piana), e la strada è in condizioni disastrose», denuncia il consigliere del Partito Democratico della Municipalità di Favaro, Alessandro Baglioni, che ha depositato un'interrogazione, chiedendo l'apertura di un dibattito e tempi certi sulla fine dei lavori. «In questi anni la cittadinanza di Campalto - ricorda Baglioni - si è dimostrata sensibile al tema (anche a causa delle vittime di via Orlanda), e pertanto il suo contributo deve essere raccolto».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La zona

L'interrogazione è diretta al presidente della Municipalità di Favaro, Marco Bellato. «Stupisce che il Pd lo chieda a noi - dice Bellato - Sono lavori ereditati dall'amministrazione precedente. Disguidi, polvere, montagne di terra mai rimosse. I cittadini non abbiamo mai smesso di ascoltarli. Solo di recente sembra sia iniziata la rimozione degli scarti in via delle Felci. Ho mandato decine di lettere all'Anas - società del gruppo Ferrovie dello Stato italiane che ha in capo gli interventi -. I rapporti non sono stati facili - dice Bellato -. Ho denunciato la mancanza di rispetto nei confronti dei residenti e sottolineato disagi e cittadini chiusi dentro alle strade. I problemi sono lì». In via Casilina, in via Carlo Martello, dal centro di Campalto verso il don Vecchi. «Abbiamo bisogno di certezze, inaugurazione a parte, perché quelle i cittadini ci chiedono - dice l'assessore alla Mobilità e Patrimonio Renato Boraso -. E ancora non si vede nessun cambiamento». Il Pd sollecita la convocazione di una commissione consiliare, affinché le informazioni possano essere divulgate, «e le problematiche affrontate, alla presenza dei cittadini interessati, anche per questioni come la messa in sicurezza di via Orlanda, via Carlo Martello, e l'illuminazione delle rotatorie di innesto del bypass, e le barriere fonoassorbenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento