MestreToday

Vandali al teatro del Bissuola, appello al Comune: «Cosa si aspetta a riqualificare?»

Il Pd segnala la rottura di finestre ad opera di ignoti. Nei mesi scorsi era stata annunciata l'intenzione di intervenire, ma finora niente novità

Nei giorni scorsi il "Teatro al Parco" situato nell'area verde del Bissuola è stato nuovamente oggetto di atti di vandalismo, ovvero la rottura dei vetri delle finestre. Lo segnalano Emanuele Rosteghin e Vincenzo Conte, del Pd Venezia. Con l'episodio gli esponenti della minoranza tornano a criticare la scelta, da parte dell'amministrazione, di aver privato il centro civico del parco di servizi e attività: «Il primo presidio per garantire la sicurezza è quello costituito dai cittadini che fruiscono di uno spazio», ribadiscono.

Teatro e attività

In questa logica «i tempi incerti sulla riapertura del "Teatro a Parco" non possono che preoccupare», rilevano. «In giugno l'assessore Zaccariotto aveva dichiarato che il progetto è depositato da febbraio eppure, ad oggi, non è ancora chiaro cosa si intenda fare. Chiediamo perciò fin da subito la costituzione di un tavolo di lavoro fra Municipalità, Lavori pubblici e Cultura aperto alle associazioni del territorio, per definire non solo un progetto di restauro ma un contestuale progetto di utilizzo».

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento