MestreToday

Il supermercato Alì della Bissuola avrà i colori della Città metropolitana

L'oro e il blu nelle facciate del terzo punto vendita della catena padovana, in apertura il 24 ottobre a Mestre, «per creare una forte identificazione con il territorio»

Supermercato, archivio

Alì supermercati apre i battenti della nuova sede mestrina di via Sforza, laterale di via Bissuola, il 24 ottobre prossimo, rendendo omaggio alla città attraverso una scelta stilistica che vedrà comparire, nell’allestimento del punto vendita, i colori oro-blu dello stemma che identifica la Città metropolitana. «Un modo per creare una forte identificazione con il territorio». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Puntuale come previsto, dopo l'approvazione in giunta del progetto, nel 2017, il punto vendita pronto due anni dopo. Il legno, che riveste ogni reparto, tiene a precisare Alì, sarà tutto certificato Fsc (Forest Stewardship Council) «garantendo una gestione responsabile delle foreste di provenienza». Il negozio è inoltre dotato di pannelli fotovoltaici, di un impianto meccanico di riscaldamento e raffreddamento. L’illuminazione è full Led, c’è un sistema domotico per contenere le spese di elettricità e tutte le macchine sono dotate di inverter e i frigoriferi dotati di porte. Il rivestimento esterno è costituito da una ceramica foto attiva che aiuta a ridurre l’inquinamento alla pari della presenza di 94 alberi. Saranno presenti le colonnine per la ricarica delle auto elettriche e una pensilina per la ricarica di bici elettriche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Venti chilometri di sopraelevata per raggiungere Jesolo d'estate. Ok dal Cipe

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

  • Il ragazzo recuperato in acqua a Jesolo non ce l'ha fatta: è morto all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento