MestreToday

«Un grande centro di musica elettronica al teatro del Parco Bissuola»

Il progetto, annunciato mercoledì dal sindaco Brugnaro, sarebbe preso in gestione dalla Biennale di Venezia. Se ne discuterà nel corso del consiglio di amministrazione di giovedì

Chiuso da tempo, più di 10 anni, non ancora finito di ristrutturare. Lasciato un po' a se stesso. Dopo tanti interrogativi sul suo futuro, ora il teatro del Parco Bissuola di Mestre, già sede degli uffici dell'anagrafe, potrebbe avere una nuova vita come centro di musica elettronica, uno dei più grandi a livello nazionale. Ad annunciare la possibile svolta, di certo ambiziosa, è stato il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, a margine dell'incontro in prefettura con il capo della polizia Franco Gabrielli di mercoledì pomeriggio, durante il quale è stato firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione della nuova questura a Marghera.

Di più se ne saprà a termine del CdA della Biennale in programma oggi (13 dicembre, ndr), di cui il primo cittadino veneziano è vicepresidente. Sarà proprio l'ente della cultura veneziana che dovrebbe prendere in consegna il progetto, allargando ancor di più il proprio raggio d'azione anche alla terraferma.

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Micosi alle unghie: i rimedi fai da te

  • Zanzare: i migliori repellenti naturali per allontanarle

  • Moscerini della frutta: come eliminarli dalla propria cucina

I più letti della settimana

  • Si tuffa nel Piave: trascinato via dalla corrente scompare un ragazzo veneziano

  • Schianto fra 3 macchine, persone soccorse dal Suem 118 e portate all'ospedale

  • È morto Alex Ruffini, fotografo veneziano del grande rock

  • Pozzecco e la sconfitta: «Al Taliercio non si può giocare. Andate affanculo: spero di perdere la prossima»

  • Schianto in A27, auto fuori strada finisce in un campo: ferite due veneziane

  • «Addetti alla sicurezza non in regola»: il questore mette i sigilli al King's di Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento